venerdì, 3 Dicembre 2021
HomeSezioniFiorentinaIl dilemma viola: l'errore di...

Il dilemma viola: l’errore di Neto riapre le porte a Julio Cesar?

Ieri sera, a caldo, Montella lo ha tranquillizzato: L’errore di Neto ci sta e capita a tutti. Ma è chiaro, anche e soprattutto dopo la partita di ieri, che in casa viola si riapre la questione portiere. Torna attuale il nome del brasiliano.

-

Ieri sera, a caldo, Montella lo ha tranquillizzato: “L’errore di Neto ci sta e capita a tutti”. Ma è chiaro, anche e soprattutto dopo la partita di ieri, che in casa viola si riapre la questione portiere.

IL DUBBIO. Perché per molti, fra tifosi e addetti ai lavori, Neto non è pronto per affrontare quella stagione da protagonista che la Fiorentina si candida a fare. In estate la questione del numero 1 era stata a lungo d’attualità in casa viola, con Julio Cesar che a un certo punto era sembrato vicinissimo a vestire la casacca gigliata. Non se ne è poi fatto niente, con il tecnico Montella che ha più volte ribadito la sua fiducia in Neto.

CALCIOMERCATO. Ma ora cosa succede? Il calciomercato chiude il 2 settembre, mancano quindi ormai pochissimi giorni al fischio finale delle trattative. Poi, quello che sarà fatto, sarà fatto, e non se ne potrà riparlare prima di gennaio. Un po’ di tempo per qualche colpo in extremis però c’è, e come sempre le ultime ore saranno febbrili.

JULIO CESAR. Non sono eslcluse sorprese, quindi. Nemmeno in casa viola, dove secondo qualcuno potrebbe esserci un ritorno di fiamma proprio per Julio Cesar. Il portiere brasiliano è infatti ancora in cerca di una squadra nella cui fila guadagnarsi il posto da titolare al mondiale brasiliano, appuntamento cui tiene tantissimo. Le squadre a cui finora è stato accostato (Napoli, Roma, Fiorentina, Benfica) alla fine hanno fatto altre scelte, con il nodo dell’ingaggio che avrebbe sempre giocato la sua parte. Ora che il mercato è agli sgoccioli, però, anche Julio Cesar potrebbe rivedere un po’ le sue pretese: il suo approdo a Firenze torna a essere possibile?

NETO. “Con la qualificazione ottenuta, sicuramente il ragazzo sarà più sereno”, aveva detto ancora ieri sera Montella parlando di Neto. Che però sereno lo sarà soltanto dal 3 settembre, a mercato chiuso. In attesa di capire cosa sarà successo nel frattempo.

Ultime notizie