domenica, 11 Aprile 2021
HomeSezioniFiorentinaJo-Jo di rigore: tre punti...

Jo-Jo di rigore: tre punti a Livorno

Livorno-Fiorentina

-

Partita piacevole con la Fiorentina che parte col piglio giusto ma che, dopo dieci minuti, inizia a subire un Livorno molto aggressivo che però denota grandi difficoltà nella fase della finalizzazione. La tifoseria, dopo il CdA di giovedì, si ricorda del compleanno del Presidente e, con uno striscione, fa gli auguri ad Andrea Della Valle. Un chiaro segno di disgelo ed un invito al ripensamento. Il primo tempo scorre senza reti con i padroni di casa generosi ma, come detto, inconcludenti.

Mutu dimostra di non essere ancora al meglio e che ha bisogno di giocare per trovare la giusta condizione e Prandelli a venti minuti dalla fine gioca la carta di Mago Jovetic che sbaglia il primo pallone, in un’azione comunque viziata da un fuorigioco, e non sbaglia dai 9 metri quando al 75’ Diniz atterra platealmente Gilardino in area. L’arbitro Damato non ha dubbi: rigore e ammonizione per il difensore del Livorno e Jovetic realizza dal dischetto. Nel finale la Fiorentina resta in 10 per l’espulsione, per doppia ammonizione, di Dainelli che sventa, con De Silvestri (assolutamente da rivedere visto che è stato impreciso in almeno due occasioni) un pericoloso attacco labronico con Cellerino.

Anche Prandelli, a fine gara, ricorda il compleanno del Presidente Della Valle: “Dedichiamo la vittoria a lui e non ci sentiamo assolutamente soli, tornerà presto”. Su Mutu: “Adrian ha fatto un’ora molto buona, si è mosso bene, e giocando ogni tre giorni devo mettere in campo dei giocatori freschi. Abbiamo fatto una buona gara in un campo difficile, contro una squadra ferita. Marchionni e Jovetic ci hanno dato quel qualcosa in più, anche se chi c’era prima non ha fatto peggio. Jovetic è un ragazzo giovane – spiega Prandelli – che ha una grande strada davanti, ma oggi vorrei sottolineare la gara di Mutu che ho visto molto tonico. In futuro avrei anche la volontà di presentare Mutu e Jovetic insieme. Oggi abbiamo giocato contro una squadra che ha messo in difficoltà Milan e Juventus e soffrire ci sta; noi siamo stati bravi a stare in partita dal primo all’ultimo minuto e a ribattere colpo su colpo”. Un’ultima considerazione sulla partita col Liverpool di martedì prossimo ed ancora un pensiero su Andrea Della Valle: “La Champions la dovremo affrontare con entusiasmo, con la voglia di sorprendere, cercando di stare ordinati e sopperire così al gap tecnico. Il Presidente ci ha detto che si prende un periodo di pausa, ma ha tranquillizzato tutto l’ambiente e non lascerà Firenze”.

Ultime notizie