domenica, 2 Ottobre 2022
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina alla fase a...

La Fiorentina alla fase a gironi della Conference League

Pareggio sofferto con il Twente. Terracciano salva il risultato con una parata in pieno recupero

-

Pubblicità

Tanta sofferenza per la Fiorentina nel ritorno dei playoff di Conference League. Dopo aver vinto all’Artemio Franchi 2-1 i ragazzi di Vincenzo Italiano pareggiano (0-0) in Olanda contro il Twente al termine di una gara difficile con i viola hanno subito gli attacchi della squadra di casa ed hanno sprecato sotto porta. Alla fine risultano decisivi Cabral che, nel primo tempo, sventa un tiro sulla linea di porta e poi Terracciano che al 97’ para un tiro insidiosissimo che poteva costringere i viola ai supplementari.

La partita

Non è stato facile, per la Fiorentina, conquistare la fase a gironi della Conference League. I ragazzi di Vincenzo Italiano subiscono molto nei primi 20 minuti del primo tempo. Al 17’ l’occasione più importante per gli olandesi con Vlap che calcia a botta sicura, ma trova sulla linea di porta viola Cabral, rimasto in posizione difensiva dopo un corner. Al 75’ occasione per la Fiorentina che spreca l’opportunità di segnare. Nico Gonzalez serve in contropiede Ikoné che, solo davanti alla porta, tira sul portiere Unnerstall invece di trovare una soluzione che avrebbe chiuso la partita. Nel finale palo di Mandragora in rovesciata, doppia ammonizione per Igor, che viene espulso dall’arbitro Petrescu, a sua volta non impeccabile in varie decisioni, per aver perso tempo mentre Terracciano, nell’ultima azione, para su Brenet, salvando il pareggio ed il passaggio del turno.

L’allenatore

Pubblicità

Soddisfatto, nonostante, la non bella prestazione Vincenzo Italiano. “Missione compiuta, con un po’ di sofferenza e di follia, contro una delle squadre più forti del sorteggio. L’anno scorso abbiamo battagliato per essere qui, oggi abbiamo battagliato, regaliamo ai tifosi una qualificazione ai gironi che tutti aspettavano. Abbiamo sofferto e abbiamo proposto, sbagliando tanti gol, penso che la qualificazione sia meritata. Non aver subìto gol e aver fatto questa partita in una bolgia – prosegue il tecnico viola – è un grande merito dei ragazzi. Se Terracciano non fa quella parata andiamo ai supplementari in inferiorità numerica. Ci sarebbe da dirgli qualcosina anche a Igor… In attacco dobbiamo essere più concreti, è un difetto che dobbiamo cercare di migliorare”.

Pubblicità

Ultime notizie