martedì, 27 Settembre 2022
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina cade anche col...

La Fiorentina cade anche col Milan

Corsa per l’Europa compromessa

-

Pubblicità

La Fiorentina cade anche con Milan. Una sconfitta causata da un rinvio sbagliato di Terracciano che ha favorito Leao che non ha sbagliato la ghiotta occasione. Con la terza sconfitta consecutiva in campionato la corsa per un posto europeo è compromessa. Senza Odriozola in difesa Vincenzo Italiano schiera Venuti. In attacco, accanto da Cabral, Saponara e Nico Gonzalez. Nel Milan Stefano Pioli  sceglie Giroud in attcco.

Primo Tempo

Buoni i ritmi delle due squadre in avvio di gara. Al 7’ Theo Hernandez va in rete ma il gol viene annullato a causa di una posizione di fuorigioco di Messias. La Fiorentina replica all’11’ con un sinistro di Igor ma la palla si perde sul fondo. Al 16’ è Giroud a fallire l’occasione del vantaggio, solo davanti a Terracciano. Al 21’ è Saponara a chiamare Maignan all’intervento. Al 33’ Teracciano rinvia male, sulla palla si avventa Theo Hernandez che serve Kessié che spara alto. Si va al riposo a reti bianche.

Secondo Tempo

Pubblicità

Milan con una maggior voglia di vincere nella ripresa. Al  48’ Giroud serve Leao che, da distanza ravvicinata calcia in alto. Al 54’ Tonali serve Hernandez ma il tiro è ancora alto. Al 60’ ci prova Rebic ma tira fuori. Al 76’ si vede la Fiorentina con Cabral che, con un colpo di testa, su cross di Biraghi, costringe Maignan ad un intervento importante. All’82’ errore imperdonabile di Terracciano che, nel tentativo di impostare, serve Leao. L’attaccante rossonero punta l’area e, di destro, non lascia scampo al portiere viola. È il gol del vantaggio che fa vincere i rossoneri. Per la  Fiorentina, dopo le tre sconfitte consecutive, il sogno Europa sta diventando, di partita in partita, sempre più irrealizzabile.

L’allenatore

Vincenzo Italiano demoralizzato a fine gara. “Abbiamo reagito ai giorni scorsi dal punto di vista della qualità, la squadra ha giocato alla pari. Nella ripresa abbiamo sofferto, ma Cabral ha sfiorato il gol. Noi ogni ingenuità la paghiamo e anche oggi c’è stato un errore. Però abbiamo dimostrato di saper giocare il nostro calcio contro il Milan e in questo stadio. Facciamo fatica in attacco, quindi faccio girare gli esterni per tenerli tutti nel vivo del gioco. Purtroppo non riusciamo a fare gol. Detto ciò, questa è un’altra Fiorentina rispetto a quella dei giorni scorsi. Nel secondo tempo abbiamo smesso di girare la palla e così arrivano meno occasioni. Adesso lavoreremo una settimana, per preparare al meglio il match contro la Roma. Per migliorare bisogna assolutamente smettere di commettere errori, ma adesso – conclude il tecnico viola – lavoriamo e cerchiamo di tornare alla vittoria. Poi penseremo al futuro e ad alzare il livello. Questi risultati pesano sul piazzamento in Europa, ma siamo ancora lì. Siamo una squadra folle, possiamo giocare male come fare prestazioni di alto livello”.

Pubblicità

Ultime notizie