lunedì, 23 Maggio 2022
HomeSezioniFiorentinaLa Fiorentina crolla a Salerno

La Fiorentina crolla a Salerno

Dopo tre successi arriva la sconfitta che rallenta la corsa europea. Di Saponara il momentaneo pareggio

-

La Fiorentina, rimaneggiata a centrocampo, perde (2-1) contro la Salernitana al termine di una partita brutta e giocata male e non possono essere un alibi le tante assenze. I viola, che avevano vinto le ultime tre gare, registrano uno stop che rallenta la corsa per un posto in Europa. Scelte obbligate per Vincenzo Italiano che schiera, a centrocampo, Amrabat, Duncan e Maleh e Cabral, Ikoné e Gonzalez in attacco. Davide Nicola, che sta cercando di portare in salvo i campani, si affida a Djuric e Verdi in avanti.

Primo Tempo

Fiorentina assente per tutto il primo tempo. Al 4’ è Verdi a scaldare i guantoni di Terracciano che si rifugia in angolo. Al 9’ angolo di Mazzocchi e Djuric svetta su Igor ed insacca l’1-0. Azione fotocopia al 17’ con Djuric che supera ancora Igor ma, questa volta, il pallone si perde sul fondo. Al 33’ è Zortea a tentare il tiro che esce ancora. Si va al riposo con i  viola sotto di un gol.

Secondo Tempo

La ripresa comincia con le novità: Ribery sostituisce Verdi mentre Saponara prende il posto di Ikoné. Dopo poco Italiano inserisce Odriozola per Venuti e Piatek per Cabral. Appena entrato, al 61’ è proprio Odriozola a crossare al centro ma Nico Gonzalez calcia male. Ancora lo spagnolo, al 64’ salta Zortea e sul suo cross Saponara è ben piazzato al centro e non dà scampo a Sepe per l’1-1. Al 73’ viene annullato un gol alla Salernitana per fuorigioco ma, al 78’, arriva il raddoppio. Ruggeri recupera palla e la porge a Ribery, cross in area, Igor pasticcia in area e Bonazzoli lo brucia e firma il 2-1. La Fiorentina non ha più la forza di reagire e conclude la gara dello stadio Arechi con una sconfitta. C’era l’opportunità di superare la Roma in classifica invece, tutto rimane congelato. Mercoledì, alle 18, allo stadio Artemio Franchi, il recupero contro l’Udinese, partita che era in calendario lo scorso 6 gennaio e che non si giocò per alcuni casi Covid tra i friulani.

L’allenatore

Rammaricato, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Stranamente non abbiamo approcciato bene. Brava la Salernitana che ci ha aggredito con l’aiuto del pubblico dello stadio. Nella ripresa noi abbiamo reagito, ma l’abbiamo persa per un’ingenuità. Il pareggio sarebbe stato un risultato positivo. Non poteva finire il secondo tempo senza nemmeno un tiro avversario, noi bisognava stare più attenti. Un peccato, perché nei secondi 45 minuti abbiamo fatto molto bene. Sconfitta immeritata. Non credo che la gara contro la Juventus ci abbia condizionato, abbiamo ruotato bene i giocatori. Se raggiungeremo l’Europa – ha aggiunto Vincenzo Italiano – m sarà un risultato straordinario. Poi ci abitueremo a giocare ogni tre giorni. Noi ce la meritiamo per quello che mostriamo in campo”.

Ultime notizie