venerdì, 30 Ottobre 2020
Home Sezioni Fiorentina Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Fiorentina-Torino, le immagini della gara

Primi tre punti per i viola al debutto in campionato

-

La Fiorentina si impone per 1-0 sul Torino nella prima partita che ha aperto il campionato di serie A. Allo stadio Artemio Franchi è Castrovilli a regalare i primi tre punti. Beppe Iachini senza Amrabat squalificato e Pulgar infortunato mette subito in campo Bonaventura mentre Ceccherini è impiegato in difesa al posto di Pezzella. Marco Giampaolo fa debuttare Linetty e, alla fine, fa giocare anche Verdi. In avanti Zaza e Belotti.

Primo Tempo

Fiorentina che gioca subito molto bene ed al 18’ vanno ad un passo dal vantaggio. Duncan serve Biraghi, il traversone trova il colpo di testa di Kouamé che però scaraventa la pala fuori. Dopo tre minuti la risposta granata con Linetty che serve Berenguer che calcia di sinistro ma Dragowski para.

Al 42’ cross di Caceres, Kouamé colpisce di testa, Sirigu para, poi il Torino rischia l’autogol con Ansaldi, ma poi Sirigu blocca. In pieno recupero è ancora Kouamé a provarci di testa ma Sirigu para ancora quasi sulla linea. Si va al riposo sullo 0-0.

© Tiziano Pucci – Agenzia Fotografica Italiana

Secondo Tempo

Nella ripresa la Fiorentina mantiene il possesso palla ed al 47’ c’è un gol di Biraghi. L’arbitro Abisso però annulla per una posizione di fuorigioco. Al 61’ Torino pericoloso con Zaza che sbaglia l’ultimo passaggio che avrebbe permesso a Belotti si presentarsi tutto solo davanti a Dragowski. Al 78’ Castrovilli realizza la prima rete del campionato. Chiesa salta Ansaldi e crossa in area per il neo numero 10 che, tutto solo sul secondo palo, non deve far altro che depositare in rete. E’ il gol vittoria. Debutto anche per Borja Valero che rientra a Firenze dopo alcuni anni all’Inter. Al 90’ ci prova Cutrone con Sirigu che para ancora. La Fiorentina è prima in classifica in attesa delle altre gare.

Il presidente e l’allenatore

Il presidente Rocco Commisso, presente in tribuna, sprona la squadra a fare meglio rispetto allo scorso anno. “Siamo più forti dell’anno scorso, dobbiamo stare nella parte sinistra della classifica. Se faremo meglio, sarà una buona stagione. Mi hanno detto che è la millesima vittoria al Franchi, hanno aspettato me per vincere”.

Commisso conferma che non ci saranno nuovi acquisti anche se un attaccante forse farebbe comodo ad una squadra che costruisce tanto ma concretizza poco. “Non c’è bisogno di un attaccante, i giocatori davanti possono segnare. La squadra è più forte di quella della scorsa stagione e mancavano anche Amrabat e Pezzella. Sirigu – ha aggiunto il presidente – ha fatto una grande partita, avremmo meritato di vincere più di 1-0. Mi sono piaciuti Biraghi, Duncan e Milenkovic”. Il tecnico Beppe Iachini si gode, intanto, i primi tre punti. “Abbiamo riportato a casa Biraghi. Era giusto valorizzare un nostro ragazzo. Stiamo cercando di portare gli ultimi arrivati al pari degli altri. Non abbiamo dubbi sulla loro qualità. Abbiamo messo in fuorigioco gli attaccanti del Torino molte volte. Se si vuol vincere, serve essere organizzati nelle due fasi”.

Ultime notizie

“Trilogia di New York” di Paul Auster, la recensione

Tutti e tre ambientati a New York, città alienante per eccellenza, in cui ci si ritrova e ci si perde con una facilità dirompente, i racconti hanno come minimo comune denominatore le vicende di scrittori-investigatori e il rapporto che ognuno di loro ha con il proprio “io”.

Bonus bici mobilità 2020: come richiederlo al Ministero dell’Ambiente

Contro alla rovescia per i voucher bicicletta: quando parte la piattaforma del Ministero dell'Ambiente per fare domanda del bonus mobilità, cosa serve e come funziona la procedura online

Covid-19, quanti contagiati oggi in Italia. Brusaferro (Iss): “Situazione grave”

I dati del 29 ottobre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Quante persone possono entrare in un negozio: il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del Dpcm di ottobre, dal cartello a quanti clienti possono entrare