domenica, 28 Novembre 2021
HomeSezioniFiorentinaLa nuova viola vista dal...

La nuova viola vista dal mister

-

Una campagna acquisti che ha definito sontuosa e per la quale ha fatto i complimenti alla proprietà che ha definito “coraggiosa”.

Il più quindi è fatto, ma adesso occorre ancora sistemare qualcosina stando ben attenti alle priorità. Radiomecato vuole la Fiorentina ancora in corsa su tre fronti:
quello per il centrocampista e quelli per il terzino destro e il centrale di difesa.

Prandelli è ed è sempre stato chiaro nel giudicare proprio il centrale di difesa l’ultimo tassello da mettere a posto (vedi storia Barzagli) ricercando per il ruolo la maggiore qualità possibile, e quindi, la probabile spesa più consistente.

Un difensore, come Burdisso dell’Inter ad esempio, che faccia coppia fissa con Gamberini non è male nell’ottica prandelliana. Per avere ciò il mister ha fatto intendere che sarebbe anche disposto ad arrangiarsi per gli altri due ruoli. Ovvero spendere meno per ruoli in cui si sente già coperto. Per l’esterno di difesa l’arrivo di Comotto e quello probabile di Zauri – due operazioni non molto dispendiose – farebbero quadrare il cerchio e con la partenza di Dainelli e l’arrivo di un centrale di qualità, la difesa sarebbe ok.

E per il centrocampo? Se non dovessero arrivare ulteriori rinforzi pazienza, questo il pensiero dell’allenatore, non avrebbe davvero senso lamentarsi anche perchè la Fiorentina ha già in gruppo due pedine importanti come Jorgensen e Gobbi verrebbero recuperate proprio per i ruoli di jolly del centrocampo.

Insomma, è solo il centrale di difesa l’uomo nuovo che serve davvero a Prandelli.

Ultime notizie