venerdì, 14 Maggio 2021
HomeSezioniFiorentina"La pazienza sta per finire:...

“La pazienza sta per finire: dobbiamo fare meglio”

Dopo la lunga pausa invernale torna il campionato, e in casa viola, alla vigilia della partita di Bologna, ha parlato il tecnico Sinisa Mihajlovic. "Tutti noi dovevamo e potevamo fare di più. Adesso dobbiamo cercare di fare il meglio possibile perchè la pazienza della città e della società sta per finire". Montolivo e Gilardino saranno in campo. E Mutu? "Adrian è sereno, si sta allenando benissimo".

-

Le feste sono (quasi) finite, torna il campionato, e Mihajlovic suona la carica.

SI RICOMINCIA. Dopo un inizio di stagione molto difficile per la squadra viola, l’obiettivo del tecnico (e non solo) è di cominciare il nuovo anno nel migliore dei modi. E allora l’allenatore serbo ha parlato alla vigilia di Bologna-Fiorentina, prima partita del 2011.

LA SQUADRA. “Vedo i miei ragazzi concentrati e carichi perciò sono molto fiducioso – spiega Mihajlovic – sicuramente abbiamo lavorato bene, ma giocare una partita è un’altra cosa”. Che squadra scenderà in campo al Dall’Ara? “Montolivo e Gilardino saranno in campo per cercare di ritrovare la forma migliore. Deciderò oggi su Vargas e Santana, ma difficilmente saranno a disposizione”.

MERCATO. Inevitabile, visto il momento, parlare di mercato. Il comunicato con cui la società dichiarava l’incedibilità di Gilardino pouò motivarlo? “Alberto l’ho visto sempre carico. Il comunicato serviva più alla stampa che a noi”. E Mutu come sta? “Adrian è sereno, si sta allenando benissimo. Da quando abbiamo ripreso gli allenamenti si è sempre allenato bene sul campo”. Ma in caso di cessione Mihajlovic si opporebbe? “Io alleno i calciatori che la società mi mette a disposizione, e soprattutto rispetto le decisioni del club, nel bene e nel male”.

OBIETTIVI. Qual è l’obiettivo della Fiorentina? “Tutti noi dovevamo e potevamo fare di più. Adesso dobbiamo cercare di fare il meglio possibile perchè la pazienza della città e della società sta per finire”. Che aria si respira in questo momento a Firenze? “Non vedo tanto entusiasmo, dobbiamo riportarlo nel cuore dei nostri tifosi. Firenze mi piace perchè non è una città piatta, e con tutta onestà vi dico che voglio rivedere la Firenze calda che tutti conosciamo”.

BOLOGNA. Poi il tecnico viola ha parlato anche del Bologna, squadra da lui allenata in passato. “Sono stato molto bene, mi sono trovato benissimo con tutti. E’ grazie anche al Bologna e ai Menarini se io in questo momento faccio l’allenatore”. Un giudizio sulla squadra di Malesani? “Alberto è un allenatore molto bravo e, nonostante gli imprevisti extra calcistici di questo inizio di stagione, ha fatto e sta facendo un ottimo lavoro”. Che ne pensa di Di Vaio? “Grandissimo professionista, un esempio per tutti”.

Ultime notizie