Il centrocampista Felipe Melo guarda alla prossima sfida della Fiorentina: “Domenica a Chievo non sarà facile, spero di essere tra gli undici titolari che scenderanno in campo per dare il mio supporto alla squadra”.

Il brasiliano analizza poi le sfide disputate: “Nelle ultime gare abbiamo affrontato grandi squadre. Contro Juventus, Slavia Praga e Genoa abbiamo praticato un bel calcio. Martedì ci siamo trovati di fronte un team che ha semplicemente più esperienza di noi. Ci vuole un po’ di pazienza da parte di tutti, siamo un gruppo nuovo che ha bisogno di conoscersi ed amalgamarsi, vogliamo e possiamo migliorare”.

“Personalmente nella posizione dove il Mister mi impiega mi trovo bene e sono contento – racconta Melo – naturalmente è meno facile arrivare sotto rete, ma sto lavorando per crescere anche sotto questo aspetto. Dopo le partite oltre al lavoro settimanale con il gruppo – spiega ancora Melo – mi riguardo i novanta minuti con mio fratello, per capire dove sbaglio e correggere i miei errori. Il mio compito è quello di verticalizzare il gioco più che posso. Se il Mister mi chiederà di giocare in un’ altra posizione del campo io sono a completa disposizione”.

I fischi?” I tifosi sono liberi di fischiare a fine partita, è un loro diritto. Se ritengono che sia la cosa giusta possono farlo”. Il centrale di centrocampo chiude sorridendo con una rima:  “Voglio sempre giocar per verticalizzar”.