sabato, 11 Luglio 2020
Home Sezioni Fiorentina Muriel risponde a Immobile. Pari...

Muriel risponde a Immobile. Pari tra Fiorentina e Lazio

La sfida in chiave Europa per viola e biancocelesti si conclude con la divisione della posta che scontenta entrambe le compagini. Infortunio per Chiesa

-

Un pareggio che serve a poco tra Fiorentina e Lazio. Immobile segna velocemente, poi Chiesa si infortuna al retto femorale e la squadra di Pioli ci mette un bel po’ per arrivare al pareggio, nella ripresa, con Muriel. Per i viola il solo punto guadagnato s’ha di resa nella corsa al settimo posto. La divisione della posta avvantaggia Atalanta e Torino. La Fiorentina si presenta con Terracciano in porta a sostituire Lafont, infortunato. Il sostituto non fa rimpiangere il titolare. In campo Ceccherini con Vitor Hugo in panchina. Simone Inzaghi senza problemi e con Strakosha e Immobile in campo dall’inizio e Patric in difesa.

Primo Tempo

Il primo tempo vede la Lazio più convincente rispetto alla Fiorentina. Al 21’ errore di edimilson che facilita l’inserimento di Immobile che va al tiro. Terracciano smanaccia sul palo e salva il risultato. Ma la situazione di parità dura poco. Al 23’ le insistite azioni d’attacco trovano successo. C’è un doppio scambio ravvicinato tra Correa e Immobile sui 20 metri, l’attaccante biancoceleste poi piazza il destro a giro che non lascia scampo a Terracciano per il vantaggio biancoceleste. Al 35’ Federico Chiesa è costretto al cambio per un problema all’addome ed entra Simeone. Al 39’ è ancora Terracciano a salvare la porta viola, ancora su Immobile. Si va al riposo con la Lazio avanti per 1-0.

Secondo Tempo

Pioli corre ai ripari e cerca di dare maggiore consistenza ad una attacco che appare molle inserendo Mirallas al posto di Edimilson. Al 55’ c’è un contatto tra Mirallas e Leiva, per l’arbirro Orsato è tutto regolare. Al 60’ discesa di Mirallas dalla destra, cross basso e giocata di Muriel, ad anticipare tutti con un tocco lesto e potente. È l’1-1. Passano tre minuti e Simeone innesca Mirallas che spreca non centrando la porta. Al 77’ ci prova, di testa, Simeone ma non impensierisce Strakosha. Le forze vengono meno e gli ultimi minuti trascorrono senza troppi patemi.

L’allenatore

A fine gara oltre a commentare il pareggio Stefano Pioli ha parlato anche del suo futuro. “Ho sempre apprezzato il carattere, alleno ragazzi forti che però subiscono il risultato negativo. La sconfitta a Bergamo ci ha pesato tanto, speravamo di uscire con più entusiasmo da questa settimana, non li ho visti soddisfatti delle prestazioni, ho cercato di rincuorarli e anche fisicamente eravamo in difficoltà. L’infortunio di Federico è stata una sorpresa. Nel primo tempo abbiamo faticato con la palla, dovevamo muoverci di più – continua il tecnico – ma la Lazio ha chiuso gli spazi. Il risultato è positivo perché abbiamo reagito nonostante non fossimo nella nostra migliore giornata. Ci mancano un po’ di vittorie, oggi sono cominciati due mesi decisivi per la nostra stagione. Sul mio futuro – aggiunge Stefano Pioli – comunicherò la mia decisione a fine campionato, non mi sono mai preoccupato del fatto di essere a fine contratto. Le mie motivazioni mi faranno scegliere, la mia decisione l’ho già presa, non sarà l’opzione per il rinnovo a scegliere il mio futuro”.

Ultime notizie

Guida 2020 ai locali estivi di Firenze, per drink e musica all’aperto

Sono meno, ma sono aperti: ecco i bar e gli spazi open air per trascorrere l'estate 2020 tra musica, buon cibo e divertimento (in sicurezza). Dal lungarno fino al centro passando dalla periferia

Stato di emergenza, arriva la proroga: cosa comporta

Ci sarà la (scontata) proroga dello stato di emergenza: quando finisce e cosa comporta? Ecco cosa prevede la legge

Treno gratis per chi ha 18 anni: in Toscana il “regalo” di agosto

Come funziona l'iniziativa per chi compie la maggiore età. Un mese di spostamenti gratis sui convogli regionali, ma attenzione, va richiesta una card

F1, GP Mugello: biglietti per il pubblico o Formula 1 a porte chiuse?

Per la prima volta il circus sbarca sul circuito toscano e festeggia le mille gare della Ferrari, la padrona di casa