sabato, 13 Agosto 2022
HomeSezioniFiorentinaMutu si difende: "Dal cameriere...

Mutu si difende: “Dal cameriere offese razziste”

Si cerca di far luce sul nuovo caso che ha visto Mutu come protagonista: nella notte tra venerdì e sabato, l'attaccante avrebbe tirato un pugno al cameriere di un locale prendendolo poi a calci. Il bomber si è difeso con i suoi avvocati, spiegando che avrebbe ricevuto "pesanti offese razziste" e che sarebbe stato minacciato di "fare la fine dell'infermiera romena uccisa con un pugno nella metropolitana a Roma".

-

Pubblicità

Mentre il suo rientro in campo dopo la squalifica si avvicina sempre più, Mutu è finito un’altra volta (suo malgrado) al centro dell’attenzione mediatica.

IL FATTO. Nella notte tra venerdì e sabato, l’attaccante rumeno avrebbe infatti, colpito con un pugno il cameriere di un locale notturno fiorentino, causandogli la frattura del setto nasale, per poi prenderlo a calci mentre questi si trovava a terra.

Pubblicità

FIORENTINA. Un episodio che di certo non ha fatto piacere in casa Fiorentina, con Andrea Della Valle visibilmente arrabbiato per quanto successo, e che ha promesso provvedimenti – dopo che sarà fatta maggiore luce sul fatto – nei confronti del giocatore, già causa di qualche guaio per la Fiorentina (a partire dalla lunga squalifica ottenuta per un’ingenuità).

MUTU. E Mutu cosa dice su quanto successo? Ieri, ai suoi avvocati ha sostenuto che la sua sarebbe stata una reazione a ”una serie di ripetute e pesanti offese razziste” nei suoi confronti da parte del cameriere.

Pubblicità

Ma non solo. Secondo la sua versione dei fatti, Mutu avrebbe reagito ”alla minaccia di fare la fine dell’infermiera romena uccisa con un pugno nella metropolitana a Roma”.

Pubblicità

Ultime notizie