giovedì, 24 Giugno 2021
HomeSezioniFiorentinaNaufragio viola col Chievo

Naufragio viola col Chievo

Fiorentina-Chievo Verona

-

Gli ultrà della Curva Fiesole, infatti, hanno lasciato l’Artemio Franchi dopo il raddoppio del Chievo delusi dalla prestazione della Fiorentina. Il primo tempo si caratterizza soprattutto per il doppio miracolo di Frey al 13′, prima su un colpo di testa di Marcolini e poi con una respinta, appena prima che la palla varchi la linea di porta, a botta sicura di Pellissier. La Fiorentina, è molto sfortunata. Due dei suoi quattro uomini del pacchetto arretrato sono out dopo appena venti minuti: al 10′ è Felipe che alza bandiera bianca, dopo un contrasto con Nicolas Frey, e deve entrare Comotto, con De Silvestri nel ruolo di terzino sinistro; dopo nove minuti è Gamberini a dare forfait, con l’ingresso di Natali. Non solo. Al 37′ la jella impone il terzo cambio: fuori Comotto e dentro Ljajic con Vargas costretto a tornare a giocare da terzino.

Il secondo tempo si apre con il tentativo di realizzazione di un rigore che potrebbe cambiare il volto della gara. Al 49′, infatti, Morero si strattona in area con Gilardino, dopo un cross da sinistra di Vargas. Per l’arbitro è rigore, di cui si incarica lo stesso peruviano: penalty che però Sorrentino respinge ottimamente. Al 55′ Pellissier, lanciato in contropiede da Jokic, scatta sul filo del fuorigioco e batte in uscita Frey: 0 a 1. E’ ancora l’estremo difensore ospite ad ergersi a protagonista fra il 60′ ed il 65′, due volte su Natali (colpi di testa) ed una su Jovetic (girata da dentro l’area). Il raddoppio clivense è di Sardo al 75′: dopo un triangolo con Pellissier, supera Natali e batte Frey. Per il Chievo Verona è salvezza, per la Fiorentina insulti che arrivano dalla curve nei confronti di giocatori, società (Andrea Della Valle ha lasciato il Franchi a fine primo tempo) ed anche per Cesare Prandelli.

Ultime notizie