domenica, 17 Gennaio 2021
Home Sezioni Fiorentina Pathos e fair play

Pathos e fair play

Che sofferenza, Violetta mia! 50 minuti di passione, col fiato sospeso, tra il baratro e il guizzo liberatorio.

-

Il nuovo calendario senza teste di serie ci ha presentato subito la Juve. Bene o male? Diciamo che ci siamo tolti il pensiero, non passeremo così il tempo a contare le giornate che mancano alla sfida clou. E’ vero, c’è il ritorno a Torino il 25 gennaio, ma intanto possiamo concentrarci sugli altri impegni, tutti importanti.

La prima partita non fa testo, si devono ancora registrare i suoni.  E’ già bene accordato il violino di Gilardino: una bella sviolinata per la mia Violetta (vai col gioco di parole) e… riparti di slancio. Sospiro di sollievo, partire col piede sbagliato non fa bene alla classifica e soprattutto al morale. Fa benissimo, invece, la consapevolezza di potersela giocare alla pari con chiunque. Lo dice la mentalità di Cesare Prandelli che si traduce nella capacità di essere in partita fino all’ultimo secondo: la Juve ne sa qualcosa. E se così è, tutto il resto è relativo, comprese alcune distrazioni che nel corso della partita hanno fatto cadere le braccia e il morale dei tifosi viola.

Fiorentina-Juventus non è stata solo banalmente la partenza col botto di un campionato ricco di attese. E’ stata la partita dei 40mila: uno stadio stracolmo, festoso, senza incidenti. E’ stata la sfida tra due grandi allenatori, Cesare Prandelli e Claudio Ranieri, che hanno pareggiato in campo e anche nel look: entrambi in camicia bianca e pantaloni scuri. E’ stata l’ennesima vittoria del fair play “made in Della Valle”, con strette di mano in campo e poltrone ravvicinate in tribuna, con i dirigenti viola ottimi padroni di casa, a conferma che tra le armi per vincere c’è anche la signorilità.

In tribuna vip, forse per allentare la tensione del big match, si discuteva anche di politica fiorentina e del tema caldo dell’estate: le primarie. Data l’ampia rosa di candidati a disposizione, c’è chi suggerisce anche a Prandelli di ricorrere alle primarie per fare la formazione. E la rosa non cambia. Poche ore dopo la fine di Fiorentina-Juventus si è concluso anche il calciomercato. Papa Waigo resta con noi: non giocherà in Champions League (è fuori-lista) ma può sempre tornare utile, come quel 2 marzo di mezzo anno fa. Che partita era? … ah, sì, Juventus-Fiorentina.

[email protected]

 

Ultime notizie

Fiorentina, prima volta allo stadio Maradona

La Fiorentina sfida il Napoli nel lunch match di domenica: le probabili formazioni. Commisso rinuncia allo stadio

In quanti in macchina, regole del nuovo Dpcm sulle persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid

Centri commerciali aperti o chiusi nel weekend: regole del Dpcm

Shopping pre-saldi a ostacoli. In zona gialla e arancione tutti i negozi possono stare aperti, ma nel weekend scatta la chiusura dei centri commerciali (con qualche deroga)

Quante persone possono partecipare ai funerali: il Dpcm Covid e le regole

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti, per cosa scatta il divieto, quali sono le deroghe secondo il Dpcm