“Voglio una squadra corta e ordinata che non lasci distanze tra i reparti”.
Così si presenterà la Fiorentina a Napoli, nelle parole del tecnico Cesare Prandelli.

“La squadra di Reja ha una buona organizzazione di gioco e ottime individualità. Dovremo fare una partita decisa, Mutu può essere decisivo attaccando gli spazi”.

“C’è qualche acciaccato ma abbiamo voglia di andare a Napoli a fare la partita. La sconfitta con la Juventus dei partenopei non è stata meritata, quindi mi aspetto una prova decisa. Jorgensen, Gamberini e anche Santana non saranno della gara penso.
Il Napoli ha scelto dei giocatori importanti e stanno trovando un po’ per volta continuità.
Quando dai campo a Lavezzi, può farti male, poi ci sono altre individualità da tenere d’occhio come Hamsik e Blasi che è un ragazzo straordinario. Una squadra ordinata che non sarà facile affrontare”.

Prosegue il Mister: “Io sono fiducioso però. Vedo che i miei ragazzi sono concentrati. Dall’allenamento di oggi vedrò poi alcune decisioni sulla formazione iniziale. Fa piacere sentire che Mutu e Frey vogliono stare qui a lungo. Quanto a Gamberini devo dire che sta facendo un campionato incredibile, è un davvero un peccato il suo infortunio”

Al termine della seduta d’allenamento Cesare Prandelli ha convocato questi 19 calciatori.
Ecco la lista in ordine alfabetico: Avramov, Cacia, Da Costa, Dainelli, Diakhate (n° 35 centrocampista), Donadel, Frey, Kroldrup, Kuzmanovic, Liverani, Lupatelli, Montolivo, Mutu, Osvaldo, Papa Waigo, Pasqual, Pazzini, Potenza, Ujfalusi.