giovedì, 6 Agosto 2020
Home Sezioni Fiorentina Sì per lo stadio a...

Sì per lo stadio a Castello

La giunta comunale si è espressa favorevolmente sulla possibilità di trasferire lo stadio dalla zona di Campo di Marte all'area di Castello

-

Via libera alla possibilità di trasferire lo stadio dalla zona di Campo di Marte all’area di Castello. È quanto prevede una decisione adottata ieri dalla giunta comunale di Firenze, su proposta dell’assessore all’urbanistica Gianni Biagi. Una decisione che apre la strada alla collocazione il nuovo stadio nell’area di Castello.

Per la precisione si tratta di un emendamento alle controdeduzioni al Piano Strutturale che contiene due modifiche sostanziali: la prima riguarda  Campo di Marte-Le Cure, la seconda  relativa all’area di Castello. Ovvero da un lato si introduce la possibilità di trasferire le attività sportive dal Franchi con l’obiettivo di una “rigenerazione” dell’intera zona, dall’altro si inserisce la possibilità di collocare il nuovo stadio nell’area di Castello.

Nel primo caso si tratta dell’inserimento nel Piano Strutturale della “possibilità di trasferire dallo stadio ‘Artemio Franchi’ l’attività agonistico-spettacolare per lo sport del calcio che apre uno scenario di rigenerazione dell’intera zona ed in particolare del grande spazio urbano del Campo di Marte, che può ritornare ad essere un parco avente almeno dieci ettari di verde alberato continuo, ai margini del quale rimangano, oltre all’arena del Nervi ripristinata, tre o quattro impianti sportivi di prestigio”.

Per quanto riguarda l’area di Castello (non soltanto la proprietà Fondiaria-Sai ma anche terreni di altri proprietari), l’emendamento integra il profilo inserendo che “previa un’idonea procedura di valutazione, potranno far parte dei servizi di grande scala collocati nella zona anche lo stadio per il calcio, accompagnato da attrezzature per il tempo libero e la cultura”.

“Con questo provvedimento – commenta l’assessore Biagi – costruiamo il quadro e le prescrizioni perché questa opera si possa fare. Il Piano Strutturale rappresenta infatti la cornice generale entro cui si muove la politica urbanistica della città. Gli atti concreti sono successivi e saranno discussi nei tempi e nei modi opportuni”. L’assessore Biagi precisa poi che con questo atto “non viene modificata la capacità edificatoria nell’area di Castello: vale a dire che non si prevedeno incrementi dei metri quadrati e quindi di metri cubi rispetto a quanto già indicato nel Piano Strutturale”

 

Notizia precedenteL’Agente d’Assicurazione DOC
Notizia successivaLa sicurezza in città

Ultime notizie

Bonus computer 2020: ok dell’Ue al voucher da 500 euro per l’acquisto di un pc

Un buono da 500 euro riservato ai redditi bassi per l'acquisto di pc, tablet o connessione a internet: come funziona il bonus computer

Coronavirus in Toscana, 11 nuovi casi. Due positivi dai test negli aeroporti

Dieci nuovi casi e di nuovo un paziente in terapia intensiva: dati e notizie di oggi, 5 agosto, sul coronavirus in Toscana

Cinema a Villa Bardini: i film in programma ad agosto

Per la prima volta il grande schermo arriva in uno dei parchi storici più belli della città. Film anche ad agosto e un giorno a settimana la proiezione è gratis per le famiglie

Estate 2020 a Firenze: tra i musei aperti anche il Bargello

Il Museo del Bargello torna ad aprire al pubblico tra grandi capolavori, regole anti Covid e un'impalcatura nel cortile