sabato, 15 Maggio 2021
HomeSezioniFiorentinaSospese la partita per i...

Sospese la partita per i cori razzisti: cartellino viola all’arbitro Rocchi

Il cartellino viola finisce a un arbitro, e per di più fiorentino. Il premio per il mese di maggio sarà assegnato a Gianluca Rocchi, per la sua decisione di sospendere momentaneamente Milan-Roma.

-

Sospese la partita per i cori razzisti: cartellino viola all’arbitro Gianluca Rocchi.

CARTELLINO VIOLA. Il fischietto fiorentino riceverà  il Cartellino Viola per il mese di maggio 2013 venerdì 28 giugno al Centro Tecnico Federale di Coverciano, quando l’amministratore delegato della Fiorentina Sandro Mencucci, la responsabile della comunicazione di Mazda Italia Motors Marilù Granieri e il direttore di QS Enzo Bucchioni, membro della giuria, gli consegneranno la targa.

CORI RAZZISTI. La giuria del Cartellino Viola – spiega la Fiorentina sul suo sito – “ha deciso di assegnare il premio per il mese di maggio 2013 all’arbitro Gianluca Rocchi per la sua decisione di sospendere momentaneamente l’incontro Milan-Roma dello scorso 12 maggio dopo l’ennesimo coro razzista intonato da gruppi di tifosi contro Mario Balotelli. Si è trattato di una decisione perfettamente in linea con i regolamenti vigenti, ma tuttavia da considerare importante e coraggiosa in quanto in contrasto con la tendenza più volte registrata di far passare sotto silenzio o comunque minimizzare episodi di intolleranza razziale all’interno degli stadi di calcio italiani, e non solo italiani”.

FERMEZZA E SERENITA’. “La giuria – si legge ancora nelle motivazioni – ritiene che la fermezza e la serenità dimostrate dall’arbitro Rocchi nell’affrontare questi atteggiamenti meritino un riconoscimento, nella consapevolezza che alla base dei valori del fair play non ci possa che essere un incoraggiamento allo sviluppo dei processi d’integrazione che proprio l’etica sportiva è in grado di favorire”.

Ultime notizie