lunedì, 1 Giugno 2020
Home Sezioni Fiorentina Surreale pareggio tra Udinese e...

Surreale pareggio tra Udinese e Fiorentina

Divisione della posta tra la noia. Atteso un nuovo stop del campionato

-

Senza pubblico e con poche idee. Dopo due settimane la Fiorentina torna a giocare in campionato ed alla Dacia Arena divide la posta con l’Udinese. Un pareggio senza reti che rispecchia la pochezza di gioco mostrato dalle due formazioni. Il successo delle due genovesi imponeva sia i friulani che ai viola di cogliere i tre punti, il punto guadagnato serve a poco ad entrambe. Gotti preferisce Nestorovski a Lasagna al fianco di Okaka, in regia Jajalo, De Paul sempre mezzala. Viola con Chiesa-Vlahovic, Badelj la spunta su Pulgar, Duncan su Benassi a centrocampo.

Primo Tempo

Prima parte di gara davvero povera di emozioni. Viola molto lenti, friulani che si adeguano. Entrambe le squadre fanno fatica a superarsi. L’equilibrio si spezza alla mezz’ora con Okaka che, di testa, fa tremare Dragowski. Dopo 10 minuti la risposta della Fiorentina scheggia il palo con un gran tiro di Milenkovic sugli sviluppi di un corner. Si va al riposo a reti bianche.

 

Secondo Tempo

 

Cambia poco nella ripresa. Al 54’ ci prova Vlahovic ma Musso para con facilità. Al 61’ De Paul prova il tiro potente da fuori area ma non trova lo specchio della porta. Al 71’ contropiede dell’Udinese con Lasagna e Okaka, poi la palla arriva a Fofana che, in fuorigioco, spara alto sopra la traversa. Al 75’ ci prova di nuovo Lasagna ma Dragowski para. Al 78’ Badelj serve Duncan che però sbaglia davanti a Musso. All’80’ Vlahovic serve il neo entrato Cutrone che, a sua volta, offre l’opportunità a Badelj di poter sbloccare il risultato ma poi l’azione si spegne. Proprio nel recupero è di Chiesa l’ultima opportunità da gol ma ancora una volta Musso para. Un punto per uno, dunque, in attesa delle decisioni che verranno prese nelle prossime ore. Si parla di un nuovo stop del campionato per affrontare l’emergenza coronavirus.

 

L’allenatore

 

Beppe Iachini è, comunque, soddisfatto a fine gara. “I ragazzi hanno fatto bene, considerando le porte chiuse e il valore degli avversari che avevamo davanti. Peccato, la squadra ha fatto una buona gara, Musso ha fatto delle belle parate. Buon atteggiamento, andiamo avanti con i giovani che abbiamo, possiamo migliorare, Ribery lo abbiamo riabbracciato con molta gioia, seguiremo gli sviluppi con lo staff medico ma la sua presenza è importante, è uno di quelli che ti possono sempre dare qualcosa in più. In settimana è stato difficile, si rischia sempre di parlare di tutto – ha aggiunto il tecnico viola – fuorché del campo, non è semplice, ma pur con dispiacere per il disagio che vivono le persone noi possiamo solo augurare il meglio a tutti e fare il nostro lavoro. C’è stata incertezza anche oggi, spero che si possa trovare una linea comune anche nell’interesse dei tifosi, una decisione importante ma che va presa. Noi ci alleniamo, avremmo voluto vincere oggi per Astori, che andrà sempre ricordato”.

Ultime notizie

La Fiorentina riparte il 22 giugno

Dodici giornate da giocare tutte in orario serale

Viaggi all’estero, in quali paesi possono andare gli italiani

I paesi in cui si può andare e quelli che ancora non vogliono gli italiani: dal 3 giugno via libera ai viaggi all'estero nei paesi Schengen

Cinema all’aperto 2020: a Firenze le arene estive pronte a ripartire

Posti distanziati, ma sotto le stelle. Il grande schermo si sta per riaccendere, seguendo le linee guida anti-Covid. Ecco i primi cinema che hanno annunciato la riapertura

Coronavirus, la mappa e l’andamento del contagio in Toscana

Tutto quello che c'è da sapere sull'andamento dei casi di Covid-19 nella nostra regione: la mappa, i nuovi contagi, i dati per provincia pubblicati nel nuovo bollettino della Regione