mercoledì, 28 Settembre 2022
HomeSezioniFiorentinaTorna alla vittoria la Fiorentina...

Torna alla vittoria la Fiorentina contro il Verona / FOTO

Ikonè e Gonzalez egnano le reti che riportano al successo la Viola dopo un mese. Biraghi sbaglia un calcio di rigore

-

Pubblicità

Successo per la squadra di Italiano, che torna a vincere dopo sei turni di campionato. Decidono Ikone e Gonzalez, Biraghi fallisce un rigore. Tre punti importanti, prima della pausa per gli impegni della Nazionale, che rilanciano la Fiorentina che aveva molto deluso sia in campionato che in Conference League. Una squadra diversa, senza Cabral (entrato solo nella ripresa) e Jovic e con un tridente inedito composto da Kouamé, che ha spaziato sia a destra che a sinistra e due laterali come Ikoné e Sottil e combattuta dal primo all’ultimo minuto contro un Verona tutt’altro che rinunciatario.

La partita

Fin dai primi minuti la Fiorentina impone il ritmo alla gara. Ikoné la sblocca dopo tredici minuti. Il francese, in velocità, riceve palla sulla destra e scarica il sinistro battendo Montipò per il vantaggio della viola. Al 25’ Kouame viene trattenuto per un braccio da Coppola. L’arbitro Rapuano indica il dischetto. Braghi si incarica del tiro ma Montipò para. Il Verona sfiora il pareggio in un paio di occasioni e segna con Henry, ma è in fuorigioco. Nel secondo tempo gli uomini di Cioffi mettono in difficoltà la retroguardia viola e proprio quando tutto sembra volgere per la vittoria di misura della Fiorentina, nell’ultimo minuto arriva il gol di Nico Gonzalez, al rientro dopo 24 giorni. Duncan serve Mandragora che, dalla sinistra crossa per l’argentino, in campo da pochi minuti, che da due passi segna il raddoppio. La Fiorentina torna a giocare ed a vincere.

L’allenatore

Pubblicità

Vincenzo Italiano, preso dalla tensione post gara, non ha rilasciato dichiarazioni. Al suo posto il vice Daniel Niccoli che ha subito precisato che non ci sono stati stravolgimenti tattici. “Kouamè è stato scelto perché avevamo bisogno delle sue caratteristiche davanti. Jovic non ha giocato perché  ha preso una botta a Istanbul, non stava benissimo e non l’abbiamo rischiato. Il cambio di modulo non c’è stato, è solo un movimento da noi richiesto che Antonin Kouamè ha fatto. Bisogna ringraziare questi ragazzi che si allenano sempre, hanno tanti infortuni e hanno dato sempre una grande disponibilità. Italiano lo sapete quanto cin tiene alla squadra e alle partite. Adesso – ha aggiunto Niccli – abbiamo due settimane dove cercheremo di recuperare qualche giocatore. Ikonè è un ragazzo molto sensibile, ma oggi ha mostrato ciò che può fare. Amrabat affaticato, ma nulla di grave. Sui rigori ripetiamo che li tira chi se li sente. Biraghi è uno dei rigoristi”.

Pubblicità

Ultime notizie