Dopo la partita Palermo – Fiorentina, ma soprattutto dopo la rete di Gilardino, segnata con la mano, è cambiato qualcosa. Tornano in mente i discorsi di qualche anno fa, quando mister Zoff parlava di “cattivi pensieri”. Da quel 26 ottobre la Fiorentina ha subito almeno cinque torti arbitrali netti.

Si parte dai due goal in fuorigioco subiti con il Lecce, dal rigore negato ai viola per il fallo di Favalli su Montolivo con il Milan, fino al rigore non concesso a Jovetic e alla rete annullata a Gilardino per un fuorigioco inesistente con la Juventus. Della Valle nel dopogara dii Juventus – Fiorentina si è detto indignato e disgustato per l’atteggiamento che arbitri e guardalinee tengono, da qualche partita, nei confronti della Fiorentina.

Le scuse pubbliche di Collina probabilmente non arriveranno, ma qualcosa deve cambiare, perché sembra che Firenze non sia più disposta ad accettare questi trattamenti.

Intanto, a dirigere la gara di campionato contro il Napoli, in programma mercoledì al Franchi nel turno infrasettimanale di serie A – valido per la seconda giornata di ritorno – è stato designato Rizzoli.