giovedì, 29 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniFiorentinaUna Fiorentina perfetta batte i...

Una Fiorentina perfetta batte i campioni d’Italia

Nel giorno del ricordo di Davide Astori i viola battono (2-1) il Milan grazie a Gonzalez, su rigore e Jovic

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

La Fiorentina si impone per 2-1 all’Artemio Franchi contro il Milan. A decidere sono le reti di Nico Gonzalez e Jovic, entrato nella ripresa. È la seconda vittoria consecutiva per gli uomini di Vincenzo Italiano. Erano quattro mesi che non accadeva. Viola che hanno messo in difficoltà i rossoneri fin dai primi minuti di gioco con un pressing alto ed intenso. Tante le occasioni da rete con sempre qualche sbavatura in fase di realizzazione. Italiano non schiera Milenkovic in difesa e conferma Cabral al centro dell’attacco. Pioli si affida all’ex Rebic e farà entrare Ibrahomovic nell’ultima mezzora d’Europa. Ricordato Davide Astori a cinque anni dalla scomparsa.

La partita

Milan lento e prevedibile nella prima mezzora. Viola molto concreti che costruiscono molte azioni da gol. Al 19’ ed al 20’ ci prova Nico Gonzalez ma è bravo Maignan a parare in entrambe le occasioni. Al 26’ è Bonaventura ad impegnare la difesa rossonera. Salva Tomori sulla linea. Al 33’ si vede il Milan con Giraud ma Terracciano para. Il secondo si apre col rigore per la Fiorentina. È il 47’ Tomori atterra Ikonè. L’arbitro Di Bello non ha dubbi ed assegna il penalty. Nico Gonzalez si incarica della battuta: conclusione perfetta e Maignan spiazzato, con il pallone che va ad insaccarsi alla sinistra del portiere rossonero. Solo allora i campioni d’Italia iniziano a premere sull’acceleratore. Al 51’ Terracciano salva su Giraud. Dopo 7 minuti ancora il portiere viola si oppone a Theo Hernandez. Al 68’ è Bonanventura, di sinistro, a tirare fuori. Al 78’ il direttore di gara decreta un calcio di rigore a favore del Milan per un possibile fallo di mano di Arthur Cabral in area gigliata: l’arbitro poi torna sui suoi passi una volta rivista l’azione al monitor. L’attaccante brasiliano aveva colpito il pallone di testa. Esce Cabral per Jovic ed all’87’ c’è una palla in verticale di Ikoné per Dodò. L’esterno brasiliano lascia partire un cross verso il centro dell’area di rigore dove c’è Jovic che, con un gran colpo di testa in tuffo, trafigge Maignan. È il 2-0. In pieno recupero contropiede rossonero finalizzato al meglio da Theo Hernandez che, entrato in area gigliata, di sinistro mette il pallone sotto la traversa e non lascia scampo a Terracciano. Finisce 2-1. Una vittoria importante per i viola che, fino a questa partita, non erano mai riusciti a battere una grande del campionato.

- Pubblicità -

L’allenatore

Soddisfatto, a fine gara, Vincenzo Italiano. “Finalmente una gara di qualità contro una squadra in netta crescita contro il Milan. I ragazzi, finalmente, hanno espresso una grande qualità. Vittoria meritata. Oggi abbiamo difeso molto bene, anche se abbiamo fatto fatica a uscire dalla nostra area. A volte perdi le partite, come contro il Bologna, ma oggi abbiamo difeso bene. Ci sta soffrire in una gara. Giovedì la Conference League. Mancano allenamenti, abbiamo pochi giorni, ma tutti sanno che tutti avranno spazio. Ultimamente stiamo coinvolgendo tutti. Sono felice quando uno subentra e fa bene come Cabral. Con questa mentalità – aggiunge l’allenatore viola – possiamo fare molto bene. Adesso siamo abituati a preparare le gare in pochi giorni. Abbiamo dimostrato che i nostri attaccanti sanno fare gol. Abbiamo visto un Franchi tutto esaurito In casa abbiamo sempre avuto una grande accoglienza, Abbiamo deluso i nostri tifosi, ma oggi abbiamo ripagato i nostri tifosi”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -