“La Fiorentina ambisce a vincere la coppa. L’Ajax è una squadra impegnativa, talentuosa. Il nostro obiettivo è quello di arrivare fino in fondo”. L’obiettivo primario del ds in questo mercato di riparazione sarà quello di cercare di sfoltire la rosa da 26 a 22 giocatori. “Per quanto riguarda il portiere – continua Corvino –  il mo allenatore in estate voleva averne a disposizione tre. Ora come terzo vorrebbe tenere Seculin, il giovane della primavera che fa parte anche della  Nazionale Under 21”.

SETTORE GIOVANILE
“Abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Qualcuno invece tende a menzionare l’operato sul settore giovanile soltanto quando si perde. Su 88 partite giocate ne abbiamo perse quattro, di cui due con la primavera. I giovanissimi nazionali sono a punteggio pieno, il Parma, secondo in classifica, è a 12 punti di distacco. Pur mantenendo i costi della vecchia gestione stiamo facendo bene, siamo riusciti a pianificare tutto, anche sulle strutture e i campi”.

MERCATO
“L’esigenza del mio allenatore era quella di avere una rosa di 23-24 giocatori. Ne avevamo 2-3 in più. Se il mercato mi avesse offerto le condizioni per cederli lo avrei fatto. Comunque quei 2-3 in più non hanno creato nessun problema all’interno dello spogliatoio”.
Corvino ribadisce che Pazzini e Osvaldo non hanno il cartello ‘vendesi’ sulle spalle, ma sono le due alternative a Gilardino e Mutu. Discorso diverso per Semioli e Papa Waigo. I due esterni  risulterebbero ‘inutili’ con il nuovo modulo adottato da Prandelli.
“Quest’anno abbiamo chiuso con 40 milioni di passivo, quindi penso sia più giusto pensare a fare cassa e riparlare di eventuali acquisti a giugno”.

SCADENZA CONTRATTI
“Il contratto di Kroldrup scadrà nel 2009. Avevamo un diritto di opzione per un altro anno. L’ho chiamato per proporgli un rinnovo di due anni. Se accetterà proseguiremo, sennò staremo insieme solo un anno. Stesso discorso per Jorgensen. Con Kuzmanovic sto trattando il prolungamento”.
Il ds viola conclude la sala stampa così: “qualcuno dice che uno fra Prandelli e Corvino andrà via? “Per quanto riguarda me, direi proprio di no”.