mercoledì, 25 Novembre 2020
Home Sezioni Fiorentina Viola in tv, controlli della...

Viola in tv, controlli della Finanza

controlli della finanza per la proiezione pubblica di Slavia Praga- Fiorentina

-

Ieri sera quasi tutti i tifosi viola sono stati incollati davanti ai teleschermi per vedere la Fiorentina tornare dopo anni a competere con le grandi d’Europa. Non tutti i fiorentini , però, si sono potuti godere la partita, infatti alcuni agenti della Guardia di Finanza insieme ad alcuni collaboratori di Conto Tv, la rete satellitare che ha acquistato i diritti per il match Slavia Praga – Fiorentina, sono stati impegnati in controlli per verificare se la partita fosse trasmessa nei locali pubblici.

Come ha ricordato Marco Crispino, proprietario di Conto Tv, nessun locale ha stipulato un contratto con la televisione satellitare per una proiezione pubblica della partita, di conseguenza i gestori che hanno deciso di proiettarla nei propri locali hanno infranto la legge.

I controlli della Guardia di Finanza sono stati condotti non solo nel territorio del comune di Firenze, ma anche a Scandicci e a Sesto Fiorentino. Le verifiche hanno portato alla scoperta di un solo locale in cui veniva proiettata pubblicamente la partita.

Molti dei pub e dei bar che avevano annunciato la visione pubblica del ritorno di Champions, sono tornati sui propri passi, anche perché sembra che nel corso di ieri pomeriggio molti di questi locali siano stati raggiunti da diffide da parte di Conto Tv.

Marco Crispino si è dichiarato soddisfatto dei risultati conseguiti nella vendita delle smart card e delle ricariche Conto Tv: “Abbiamo avuto un risultato positivo, nonostante molti fiorentini fossero ancora in vacanza. Firenze è ancora vuota, quindi abbiamo avuto un 20-30% in meno di vendite, ma comunque è andata molto bene”.

 

Notizia precedenteVicchio, chiude la Fiera Calda
Notizia successivaIl compleanno più bello

Ultime notizie

Toscana arancione o gialla dopo il 3 dicembre: quando il cambio di zona

"Prima rientriamo in zona arancione meglio è", dice il governatore della Toscana. C'è un "cauto ottimismo" sui dati dei contagi e la regione potrebbe essere promossa prima del 3 dicembre

Cosa succederà e cambierà dopo il 3 dicembre con il nuovo Dpcm

Governo al lavoro sul nuovo decreto anti-Covid: spostamenti tra regioni, coprifuoco, impianti sciistici, apertura dei ristoranti la sera, palestre e feste in casa. Le ipotesi sul tavolo

100 anni di Ciampi: lo Spi organizza due convegni e un film

Due giornate per ricordare Ciampi, l'ex presidente della Repubblica, nato a Livorno 100 anni fa

Messa di Natale 2020, coprifuoco dopo mezzanotte con il nuovo Dpcm?

Il nodo della messa di mezzanotte. Il governo è al lavoro sul nuovo Dpcm e si pensa a un coprifuoco speciale per la notte di Natale e Capodanno