Dunque, oggi è stato il turno di Felipe Melo, dopo che nei giorni scorsi erano già stati presentati Gilardino e Jovetic. La Fiorentina che verrà, insomma, comincia a prendere forma, con grande anticipo rispetto all’inizio del prossimo campionato.

“Presentare Felipe oggi è un piacere – ha detto il ds viola Pantaleo Corvino durante la presentazione, come riportato dal sito ufficiale della società viola, www.acffiorentina.it – lui ha avuto grande interesse a chiudere questo accordo. Ci siamo avvalsi della clausola rescissoria con l’Almeria per raggiungere l’accordo con lui. Continuiamo così a dimostrare il nostro impegno nella nostra campagna acquisti. Vogliamo dare al tecnico una squadra pronta al momento di partire per il ritiro. Però bisogna anche tenere conto del fatto che per andare ai preliminari di Champions ci serve la squadra al completo”.

Dunque uno sguardo alla Nazionale olimpica che parteciperà ai giochi di Pechino. “Mi auguro che anche Casiraghi tenga conto di questo al momento delle convocazioni per l’Olimpiade – ha continuato Corvino – visto che il suo gruppo è già completo così, non ci sottragga delle importanti risorse tecniche. Le voci su Mutu e Frey? Non ho ricevuto nessuna richiesta da altre società, ho sentito solo il procuratore di Mutu che mi ha chiesto un ritocco all’ingaggio del calciatore. Ne parlerò con la società”.

Poi a prendere la parola è stato il neoacquisto Felipe Melo. “Il grande interesse della Fiorentina nei miei confronti mi ha dato grande fiducia e mi ha fatto subito sentire importante – ha detto – il campionato italiano è diverso da quello spagnolo, sarà uno stimolo importante. Per me è stata una stagione molto positiva, ho fatto 7 reti e sono stato votato come miglior giocatore del campionato. Adesso non vedo l’ora di iniziare questa nuova avventura“.

“Il mio giocatore preferito è Pirlo del Milan – ha proseguito Melo – conosco i viola perchè ho visto qualche partita in televisione, ma personalmente non conosco nessuno. La Fiorentina è un club conosciuto stimato in Brasile, molti vorrebbero avere l’opportunità di giocare qua in questa stupenda piazza. Sono sposato, ho due figlie e mia moglie è incinta, quindi mi sono in un periodo molto felice della ma vita. La mia famiglia è tutto. Un po’ di ‘saudade’ ci sarà sempre in me, ma io sono un professionista e sono sicuro che qui a Firenze starò benissimo. In Brasile ho giocato in tutte le posizioni del campo, tutto quello che è centrocampo rientra nelle mie capacità. Il mio nome è Felipe, ma basta che vi ricordate di me, a voi la scelta per come chiamarmi. Sono qua per lavorare duro – conclude – lavorare molto con l’auspicio di vedere risultati positivi. Voglio concludere con un ringraziamento a tutti per l’interesse dimostrato, alla Fiorentina, e a Dio”.