domenica, 4 Dicembre 2022
- Pubblicità -
HomeBonusA dicembre ci sarà il...

A dicembre ci sarà il bonus 150 euro per pensionati e dipendenti?

Che fine farà l'indennità prevista dal vecchio esecutivo. Le misure del decreto aiuti quater del governo Meloni

-

- Pubblicità -

L’indennità una tantum contro il caro-bollette è in arrivo per milioni di lavoratori nella busta paga di novembre, ma in molti adesso si chiedono se il bonus 150 euro ci sarà anche a dicembre 2022 per i pensionati e i dipendenti con redditi medio-bassi: l’eventuale proroga spettava al nuovo governo Meloni. I primi due contributi infatti sono stati introdotti dall’esecutivo Draghi. Il contributo da 200 euro, pagato a luglio a chi aveva un reddito annuale fino a 35.000 euro, è sceso per novembre a 150 euro e anche i requisiti sono stati ritoccati al ribasso. Il tetto reddituale è calato a 20.000 euro annuali.

Quando arriva il bonus 150 €

Per quanto riguarda i pensionati che l’anno scorso hanno avuto un reddito fino a 20.000 euro, il bonus 150 euro è arrivato sul cedolino di novembre (pagato il 2 del mese), mentre per i dipendenti il pagamento è previsto sulla busta paga di novembre (per chi guadagna fino a 1.538 euro lordi mensili): lo stipendio viene versato dai datori di lavoro o a fine mese o a dicembre, a seconda di quanto previsto dai contratti.

- Pubblicità -

I lavoratori privati per ottenere l’indennità una tantum prevista dal decreto aiuti ter non devono fare domanda, ma va compilato un modulo di autocertificazione (il pdf si può scaricare qui) in cui si dichiara di non ricevere già il bonus 150 euro per altri motivi, ad esempio perché beneficiari del reddito di cittadinanza o di una pensione, oppure da un altro datore di lavoro con cui si ha un contratto in essere.

Il bonus 150 euro ci sarà anche a dicembre 2022?

Arriviamo poi alla seconda questione, quella dell’eventuale proroga del bonus 150 euro anche per dicembre 2022 o per gennaio 2023, tema che sarebbe dovuto essere affrontato con il decreto aiuti quater del nuovo governo Meloni. Ebbene questa indennità una tantum non è annoverata tra le misure del decreto legge. Dunque, al momento il bonus 150 euro non è stato confermato per la mensilità di dicembre.

- Pubblicità -

La priorità, come sottolineato più volte dalla premier negli ultimi giorni, è lo stanziamento di contributi per calmierare le bollette, per gli interventi in favore delle imprese e contro il caro-energia. “Concentreremo le risorse a disposizione per aiutare gli italiani a far fronte all’aumento del costo dell’energia, senza disperdere risorse in bonus inutili“, ha detto la scorsa settimana Giorgia Meloni. Una frase letta da molti come uno stop alle indennità a pioggia analoghe ai 150 euro in pagamento da qui a dicembre per pensionati e dipendenti.

Il quarto decreto aiuti

Il decreto aiuti quater approvato dal Consiglio dei ministri il 10 novembre, e ora atteso in Gazzetta Ufficiale, ha stanziato 9,1 miliardi di euro provenienti dall’extragettito fiscale, per finanziare interventi contro il caro energia. Il vLe risorse sono state investite anche per la proroga del taglio delle accise su benzina, diesel e gpl fino al 31 dicembre 2022, per il rinnovo del credito di imposta in favore delle imprese per l’acquisto di energia e gas, per la riduzione al 5% dell’Iva sui consumi di gas per autotrazione. Previsti anche interventi per dare la possibilità alle aziende di pagare a rate le bollette. Intanto il ministro dell’Economia Giancarlo Giorgetti ha firmato il decreto che fissa la percentuale di aumento delle pensioni nel 2023, ossia la cosiddetta “perequazione“, l’adeguamento degli assegni previdenziali al costo della vita.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -