venerdì, 4 Dicembre 2020
Home Sezioni Lavoro & Economia Cassa integrazione in deroga e...

Cassa integrazione in deroga e ordinaria: proroga per l’emergenza Covid

Confermato, in sede di conversione in legge del decreto rilancio, il prolungamento degli ammortizzatori sociali. E 4 settimane di cig possono essere utilizzate subito

-

Ammortizzatori sociali per più tempo e da poter usare subito. Il decreto rilancio, in fase di conversione in legge, conferma la proroga la cassa integrazione ordinaria e in deroga presso l’Inps, già disposta da un decreto del Ministero del Lavoro a seguito dell’emergenza Covid-19.

Molti lavoratori e molte aziende si sarebbero infatti trovate in difficoltà nei mesi di luglio e agosto, una volta finita la cig disposta dal Cura Italia. Il decreto rilancio dovrà essere ora convertito in legge dal Parlamento entro il 18 luglio 2020: alla Camera è stato trovato l’accordo sugli emendamenti, mentre il testo sarà blindato in Senato.

Cassa integrazione ordinaria e in deroga, la proroga: cosa prevede il dl rilancio

Nel dettaglio è previsto il prolungamento della durata massima della cassa integrazione ordinaria e in deroga da 9 a 18 settimane, anche per chi ha chiesto gli ammortizzatori sociali prima del 25 marzo, ecco come funziona:

  • 14 settimane da usare dal 23 febbraio il 31 agosto 2020
  • altre 4 settimane di cassa integrazione ordinaria e in deroga dal 1° settembre al 31 ottobre 2020, che però possono essere usate subito (quindi anche a luglio o agosto) se si sono già finite le 14 settimane a disposizione per il primo periodo di emergenza Covid-19.

La domanda all’Inps per la cassa integrazione, come funziona

Per quanto riguarda le regole di presentazione delle richieste di pagamento di cassa integrazione ordinaria e in deroga, le modifiche al decreto rilancio prevedono che l‘autorizzazione della Cig per le nuove 9 settimane venga trasferita dalle Regioni all’Inps, ad eccezione delle aziende con sedi in diverse regioni.

Inoltre viene prevista la proroga di 2 mesi per le indennità di disoccupazione (Naspi e Dis-Coll) che sono terminate nel periodo tra il 1° marzo 2020 e il 30 aprile 2020 e la proroga a tutto il 2020 della mobilità in deroga per i lavoratori che abbiano cessato il trattamento di integrazione salariale in deroga per il periodo tra il 1° dicembre 2017 e il 31 dicembre 2018, e che non hanno diritto alla NASpI.

Gli ultimi aggiornamenti sulla proroga della cassa integrazione ordinaria e in deroga per l’emergenza Covid-19 sul sito del Ministero del Lavoro.

Ultime notizie

Cosa cambia e cosa succede con il nuovo Dpcm dal 4 dicembre 2020

Spostamenti tra regioni, coprifuoco, negozi, apertura dei ristoranti, palestre e feste in casa a Capodanno: cosa cambia dopo il 4 dicembre con l'uscita del nuovo Dpcm e con il decreto legge Natale

Coprifuoco anche a Natale e Capodanno: nuovo Dpcm, orario più lungo

Coprifuoco alle 22 anche durante le feste, comprese le notti di Natale, vigilia e Capodanno. Il nuovo decreto non salva né il cenone della vigilia né il veglione di San Silvestro

Spostamenti tra comuni, nuovo Dpcm di Natale: regole dopo il 4 dicembre

Le regole per le feste natalizie. "Disincentivare gli spostamenti tra regioni e limitare gli spostamenti tra comuni anche in zona gialla", annuncia il ministro della Salute Speranza

Nuovo Dpcm di dicembre in Gazzetta Ufficiale: quando esce il testo (pdf)

Il governo è al lavoro sulle misure per le prossime feste natalizie. In arrivo il testo definitivo