Veloci, colorati, su due ruote: sono i nuovissimi servizi di food delivery a domicilio sbarcati in Italia, tra cui Foodora, a Firenze dal novembre dello scorso anno. Una “flotta” di giovani bikers che in una manciata di minuti consegnano il pasto a casa o in ufficio, direttamente dal ristorante.

Sempre più persone scelgono la consegna direttamente a casa, per pranzo e cena, ma crescono anche gli ordini dalle aziende e dagli uffici. Ecco 4 domande (e 4 risposte) per capire i “segreti” di questo servizio.

Come funziona Foodora?

A un anno dall'inizio dell'attività a Firenze, Foodora conta quasi 200 ristoranti partner, mentre sushi, pizza, burger e italiano sono tra le cucine più richieste. Il meccanismo è semplice: basta accedere al sito, scegliere il ristorante ed effettuare l'ordine.

La consegna avviene in circa 30 minuti, attraverso i rider, principalmente in sella a una bici, ma anche con scooter e auto. Parallelamente l'utente da casa ha la possibilità di seguire lo stato dell'ordine e la posizione del rider in tempo reale. Ecco l'identikit del fiorentino che ordina su Foodora: è single (uomini under 35) o fa parte di una giovane coppia  (25-30 anni) o ancora è  un genitore con bambini piccoli (40 anni).

E' possibile solo la consegna a domicilio del cibo?

No, esiste anche una nuova opzione “salta fila”, che si chiama Ritiro. Offre la possibilità di ritirare il proprio ordine direttamente al ristorante, per esempio se questo è sulla strada di casa o di lavoro, senza dover fare la fila alla cassa, con pagamento online, senza costi di consegna e senza dover arrivare alla soglia di ordine minimo di 10 euro.

L'area di consegna copre tutta la città metropolitana?

Al momento no, ma dalla sede italiana di Foodora fanno sapere che “I'obiettivo è sicuramente quello di continuare a crescere“. Secondo gli addetti ai lavori, il settore della consegna a domicilio di cibo sta andando verso un consolidamento: il servizio di food delivery  va forte nelle case, ma è richiesto sempre di più negli uffici.

Foodora ha infatti sviluppato anche un servizio dedicato alle aziende, “Foodora corporate”, per ordinare pranzi e cene in ufficio, senza dover pagare ogni volta che si ordina e semplificando il processo di rimborso spese.

Come lavorare con Foodora a Firenze e diventare rider?

Per diventare un rider Foodora, ossia per mettere a disposizione il proprio mezzo e il proprio tempo, è necessario avere uno smartpone con piano dati (dall'iPhone 4s in su oppure un cellulare con un sistema operativo Android 4.2 o superiore), avere un permesso di lavoro in Italia (se straniero) ed essere maggiorenni.

Sul sito ufficiale è possibile inoltrare la candidatura per lavorare con Foodora a Firenze.