mercoledì, 27 Ottobre 2021
HomeSezioniLavoro & Economia50 assunzioni al Comune di...

50 assunzioni al Comune di Firenze: al lavoro per il Next Generation Eu

Si cercano profili tecnici per gestire al meglio i 77 milioni di euro di fondi europei che arriveranno al Comune di Firenze: le assunzioni a tempo determinato scatteranno tra qualche anno

-

Porte aperte al Comune di Firenze: Palazzo Vecchio farà infatti tra le 50 e le 60 assunzioni a tempo determinato, per un massimo di due anni, per gestire i finanziamenti del piano Next Generation Eu su Fondi React-Eu in assegnazione a Firenze da parte dell’Unione europea.

Si tratta in totale di 77 milioni di euro: la delibera è stata presentata dall’assessore al bilancio Federico Gianassi ed ha dato il via ad uno stanziamento di 4 milioni e mezzo per l’assunzione del personale. Lo anticipa oggi l’edizione fiorentina di Repubblica.

I tempi per le assunzioni al Comune di Firenze

I tempi d’altronde sono stretti, dovranno concludersi entro il 31 dicembre 2023. Le assunzioni partiranno dunque dal 1 gennaio 2023 e si chiuderanno il 31 dicembre 2023. Dovrebbero essere un paio di dirigenti comunali a seguire il team, in modo da avere una massima supervisione sulle opere e sull’utilizzo dei fondi europei. Gli assunti saranno profili tecnici, giuridici e contabili, come previsto a livello nazionale, per lo più giovani.

Come candidarsi e la graduatorie

Per quanto riguarda le assunzioni, Palazzo Vecchio sta valutando come procedere alla selezione, se prendere i nominativi dalle graduatorie dei concorsi a tempo indeterminato indetti dal Comune di Firenze oppure se usare avvisi dedicati alle assunzioni a tempo determinato.

Il Next Generation EU è il piano di ripresa varato dall’Unione Europea, che prevede un pacchetto di forti investimenti nei vari Paesi, per far fronte ai danni economici e sociali provocati dalla pandemia di Covid-19 e stimolare la ripartenza. In tutto saranno stanziati oltre 806 miliardi di euro e più del 50% di queste risorse servirà per la modernizzazione, la ricerca, l’innovazione e la transizione ecologica.

Ultime notizie