martedì, 27 Ottobre 2020
Home Sezioni Lavoro & Economia No shopping, sciopero dei commessi

No shopping, sciopero dei commessi

Boutique, grandi magazzini e minimarket a rischio per la giornata di mobilitazione indetta dai sindacati del settore

-

Ferragosto a secco di shopping a Firenze come in Toscana. Per i sindacati del commercio, Filcams, Fisascat e Uiltucs della Toscana, si può fare a meno di acquisti e borse della spesa almeno nei giorni di festività civili e religiose.

Così le tre sigle sindacali hanno indetto per il 15 agosto uno sciopero per l’intera giornata che riguarderà i lavoratori del commercio: commessi, cassieri e i loro colleghi.

“APERTURE SELVAGGE: NON HANNO PORTATO LAVORO”

Secondo i sindacati “le liberalizzazioni degli orari e delle aperture domenicali e festive attuate dal decreto Salva Italia – si legge in una nota – non hanno portato alcun aumento dell’occupazione o dei consumi, ma hanno peggiorato le condizioni di lavoro, aumentato la precarietà e l’assenza di ogni regola minima di concertazione sulla programmazione delle aperture e degli orari di lavoro”.

Basta allo shopping, anche di domenica

Secondo Filcams, Fisascat e Uiltucs è necessario anche “rimettere la materia delle aperture domenicali e festive e delle aperture commerciali, alle competenze regionali e comunali, attraverso il confronto fra le parti sociali”.

Sciopero del commercio a Ferragosto – Tempestini (Confcommercio Firenze): “Così si danneggiano solo le piccole aziende. Sì invece ad un confronto col governo per regolamentare le aperture nei giorni di festa”.

Confcommercio: metterà in crisi piccole aziende

I negozianti intanto non ci stanno. “Anche noi sosteniamo la necessità di regolamentare le aperture festive, ma lo sciopero del commercio a Ferragosto non ci sembra la risposta giusta”, commenta il direttore di Confcommercio Firenze Tiziano Tempestini. “Non condividiamo assolutamente lo strumento utilizzato per dire no al liberismo selvaggio – afferma Tempestini – lo sciopero metterà in crisi soprattutto le aziende e le catene più piccole, che in un giorno particolare come quello di domani vorrebbero offrire un buon servizio ai clienti e ai turisti che affollano la nostra città”. 

Ultime notizie

Cinema chiusi per Covid, film già visto: “No al Dpcm, sì a misure locali”

Le piccole sale rischiano grosso dopo l'ennesima chiusura per l'emergenza Covid. Abbiamo sentito il presidente di Spazio Alfieri, una tra i cinema d'essai più conosciuti a Firenze

Quante persone possono partecipare ai funerali: regole del dpcm Covid

Cosa prevede il decreto anti-coronavirus del 24 ottobre in caso di funerale: quanti possono essere i partecipanti e per cosa scatta il divieto

Quante persone al ristorante? Il numero massimo previsto dal nuovo Dpcm

Il nuovo Dpcm 24 ottobre dice che possono sedere allo stesso tavolo del ristorante non più di 4 persone, con una sola eccezione: cosa cambia con le nuove regole

Nuovo Dpcm ottobre 2020: il testo in Gazzetta Ufficiale (pdf)

Chiusura delle palestre, "coprifuoco" anticipato per bar e ristoranti, semi-lockdown senza blocco degli spostamenti tra regioni: cosa prevede il testo del nuovo Dpcm di ottobre pubblicato in Gazzetta Ufficiale