lunedì, 26 Febbraio 2024
- Pubblicità -
HomeSezioniLavoro & EconomiaQuando si paga la Tasi...

Quando si paga la Tasi a Firenze

Tutto quello che c’è da sapere sul pagamento della Tasi a Firenze per i proprietari di casa (e gli inquilini?). Lee novità sulla nuova tassa dopo l'approvazione del bilancio preventivo del Comune di Firenze

- Pubblicità -

-

- Pubblicità -

E alla fine arrivò anche da noi. Ecco la Tasi a Firenze, la nuova tassa introdotta dall'ultima legge di stabilità sui cosiddetti servizi indivisibili, ad esempio sull’illuminazione pubblica e sulla manutenzione stradale.

Con l’approvazione ieri del bilancio preventivo del Comune gigliato arrivano anche tutti dettagli sulla scadenza della prima rata, sulle detrazioni e soprattutto su chi paga questa nuova imposta.

- Pubblicità -

I proprietari di prime case dovranno mettere mano al portafoglio, meglio andrà agli inquilini in affitto: in altre parti d’Italia sono chiamati anche loro a tirare fuori soldi per la Tasi (acronimo che sta appunto per tassa sui servizi indivisibili), a Firenze invece no.

Quando scade la prima rata della Tasi a Firenze

Andiamo con ordine iniziando col dire quando si pagherà la prima rata della Tasi: mano al calendario, quindi. A Firenze la scadenza è fissata per giovedì 16 ottobre.

- Pubblicità -

Chi paga la Tasi 2014

Qui viene la novità, rispetto ad altre città italiane. All’ombra del David la tassa sui servizi indivisibili dovrà essere pagata solo da chi è proprietario della prima casa, l’abitazione principale. Niente Tasi sulle seconde case (e quindi gli inquilini non saranno chiamati a pagare la tassa) e sulle attività produttive. Nella volontà di Palazzo Vecchio un alleggerimento dei costi per chi è in affitto e chi fa girare l’economia locale.

Attenzione però: i proprietari di seconde case dovranno pagare l’Imu, la “vecchia” tassa sulla casa che è rimasta per le abitazioni non principali. Imu che resta anche sulle prime abitazioni di lusso (ville, castelli e affini, con l’aliquota massima dello 1,06%).

- Pubblicità -

Quanto si paga

L’aliquota fissata da Palazzo Vecchio è dello 0,33%. Secondo i primi calcoli la Tasi, per i fiorentini che hanno un'abitazione con un'alta rendita catastale, costerà leggermente di più rispetto all’Imu sulla prima casa. L’importo potrebbe essere alleggerito, a seconda dei casi, dalle varie detrazioni.

Tasi a Firenze - Imu a Firenze come cambiano le tasse sulla casa

Tasi a  Firenze, le detrazioni

Saranno calcolate sulla base catastale, favorendo chi ha figli e abitazioni più piccole.  Sei gli scaglioni: si va dalle detrazioni di 170 euro per chi ha una rendita catastale più bassa, fino ai 30 euro di detrazione per la quinta fascia (1.000 – 1.200 euro). Previste detrazioni anche per i figli: 25 euro in meno per ogni figlio a carico, fino a un massimo di 8.

Per dubbi e informazioni, sul sito del Comune si trova un’intera sezione dedicata ai tributi locali, dove è possibile capire più a fondo chi paga la Tasi a Firenze. Intanto ci sono novità anche su un altro fronte, come vi abbiamo spiegato in questo articolo dedicato alla “rottamazione” dell'addizionale Irpef.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -