martedì, 20 Ottobre 2020
Home Sezioni Lavoro & Economia Saldi invernali 2019 a Firenze:...

Saldi invernali 2019 a Firenze: quando, dove e come

-

Saldi invernali, a Firenze si parte. Nonostante già da qualche giorno i primi sconti siano comparsi nelle vetrine di molti negozi, i ribassi di fine stagione iniziano alla vigilia dell’Epifania, battendo sul tempo anche la Befana.

Secondo Confesercenti ogni fiorentino spederà in media 160 euro e la stragrande maggioranza (il 75%) “investirà” nei saldi 2019 la stessa cifra dell’anno scorso. Il ribasso medio, almeno nelle prime settimane di promozione, sarà del 30% in meno rispetto al prezzo riportato sul cartellino.

Quando iniziano i saldi invernali a Firenze (e quando finiscono)

Il periodo dei saldi a Firenze prende il via sabato 5 gennaio 2019 e va avanti per 60 giorni: sebbene il calendario ufficiale della Regione Toscana preveda 2 mesi di shopping a prezzi ribassati, quindi fino al 5 marzo 2019, molti store e molte boutique proporranno le principali occasioni nelle prime 3-4 settimane, dopodiché l’assortimento – anche per effetto delle vendite – si ridurrà progressivamente per lasciare spazio ai nuovi arrivi.

Chi vuole rischiare, può invece  aspettare l'ultimo momento per accaparrarsi capi a prezzi stracciati, sempre che sia rimasta la taglia giusta.

Cosa conviene comprare (e quale colore è di moda)

Visto l’arrivo del freddo si prevede un’impennata nella vendita di giacconi e piumini, proposti con sconti che in media andranno dal 20 al 50% a seconda della marca e del negozio. Secondo la top 5, stilata da Confersecenti Firenze, per questi primi saldi del 2019 gli oggetti più richiesti saranno le scarpe (in particolare quelle da donna), i capospalla (come piumini e giacconi sportwear), maglioni, golf e felpe sportive, oltre a pantaloni e borse.

Confcommercio Toscana segnala invece i “colori caldi”, lanciati dalle collezioni-autunno inverno: arancio, bordeaux, senape e le numerose sfumature del giallo.

Come: regole per buoni acquisti scontati

Gli esperti di shopping consigliano però di comprare “con la testa”: prima di farsi attrarre dal prezzo scontato sul cartellino e di aprire il portafoglio meglio fare un piano di attacco. Prima di tutto spulciare il proprio guardaroba, per capire cosa non mettiamo più, cosa serve e cosa invece abbiamo in gran quantità (senza dimenticare gli accessori).

E' importante dare un'occhiata anche ai colori che “conserviamo” nell’armadio, per comprendere – una volta davanti allo scaffale del negozio – quali tinte scegliere per fare  buoni abbinamenti con i vestiti che abbiamo già e con la nostra carnagione.

Via libera poi ai capi basic a quelli ottimi anche nelle mezze stagioni. Attenzione invece alle linee e  troppo di tendenza: le mode cambiano e potremmo rischiare, tra un anno, di avere un capo già vecchio. Ecco perché è meglio controllare i trend che arrivano dai saloni del fashion: a Firenze la prossima settimana ad esempio parte Pitti Immagine Uomo.

Saldi Firenze 2019 negozi The Mall Gigli dove comprare sconti

Dove fare shopping: i migliori saldi a Firenze, il centro

Una delle mete più comuni per fare incetta di abbigliamento a prezzi ribassati è il centro storico, con negozi per tutte le tasche: c’è il triangolo fiorentino della moda via Tornabuoni – via della Vigna Nuova – via Strozzi con le sue vetrine glamour (Gucci, Prada, Armani, Dolce e Gabbana, solo per fare qualche nome), ma ci sono anche tanti negozi del “fast fashion”, ossia linee più economiche che strizzano l’occhio alla moda del momento.

A fare la parte del leone sono soprattutto le grandi catene di abbigliamento, da Benetton a H&M, da Zara a OVS  fino ai “grandi magazzini” come Coin in via dei Calzaiuoli e la Rinascente di piazza della Repubblica.

Saldi ai Gigli e negli outlet vicino Firenze

Altra meta fissa: i grandi centri commerciali e i gli outlet. Affollatissimi, soprattutto nel fine settimana, I Gigli di Campi Bisenzio che con i suoi 134 punti vendita propongono occasioni da prendere al volo, non solo nell’abbigliamento, ma anche per la casa, la bellezza e per il tempo libero. Tra le insegne più famose Primark, H&M, Zara, OVS, Hollister (celebre per i suoi commessi avvenenti, quasi fossero modelli), Piazza Italia, Bata.  Il 6 gennaio, per l’Epifania, il centro commerciale sarà aperto con orario 9-22 e alle 16 arriverà la Befana per fare felice i più piccoli.

Sconti fino al 70% in occasione dei saldi all’outlet di Barberino, con oltre 120 negozi e 200 marchi che presentano il meglio della collezione autunno-inverno. Tra le ultime novità l’arrivo del primo store di Karl Lagerfeld per l’area toscana ed emiliana. Nei primi due weekend di sconti (5-6, 12-13 gennaio) l’orario di apertura del Centro McArthurGlen è dalle 9 alle 20, negli altri giorni spalanca le porte dalle 10 alle 20.

Promozioni infine anche nell’outlet del lusso di Reggello: molto ambiti sono i saldi di The Mall. In vetrina le firme più prestigiose come Armani, Burberry, Cavalli, Dolce & Gabbana, Ermanno Scervino, Ferragamo, Gucci, Hogan, Jimmy Choo, Saint Laurent, Tom Fors, Valentino, Versace e Zegna.

Per avere qualche dritta in più sui luoghi dello shopping, in base ai differenti budget, leggi anche il nostro articolo “Saldi a Firenze: dove andare e dove conviene comprare“.

Ultime notizie

La nuova giunta regionale toscana: gli assessori di Giani, i nomi

Il neo governatore Eugenio Giani annuncia gran parte della sua squadra: l'ottavo nome per la giunta arriverà tra pochi giorni. Eletto anche il presidente del Consiglio regionale

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Le regole

La legge rilancio, lo stato di emergenza e i nuovi decreti del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato

Eredità delle donne 2020: l’evento di Serena Dandini alla Manifattura Tabacchi

Dal 23 al 25 ottobre torna in città la manifestazione che racconta il mondo attraverso gli occhi delle donne

Come fare il tampone in Toscana e come si prenota online

Prenotazioni e referti anche via web, in arrivo i test rapidi per i ragazzi delle scuole: le novità in Toscana