giovedì, 29 Luglio 2021
HomeRubricheI consigli del Libraio1° Maggio, ecco 3 libri...

1° Maggio, ecco 3 libri da leggere per la festa dei lavoratori

3 libri per il 1° Maggio, festa dei lavoratori, 3 romanzi che affrontano il tema del lavoro scelti per l'occasione dal nostro Gabriele Casamento

-

3 libri da leggere il 1° Maggio, per la festa dei lavoratori Gabriele Casamento ci consiglia tre libri a tema. 3 titoli che non parlano della festa ma che affrontano, ciascuno in maniera diversa, il tema del lavoro.  Dalla storia del commesso della drogheria nel cuore di Manhattan descritta da Bernard Malamud alle peripezie divertenti narrate nel romanzo della nipote di Charles Dickens fino ai sogni di un giovane fumettista spagnolo. Dopo l’ultima recensione, ecco una nuova selezione de I consigli del libraio.

Festa del lavoro, “Il commesso”, il libro di Bernard Malamud

Il negoziante ebreo Morris Bober ha una modesta drogheria nel cuore di Manhattan. Sposato e con una figlia, Bober dedica completamente la sua vita al lavoro che ama ed a cercare di portare avanti una vita onesta. Gli affari però iniziano ad andare male, complice la nuova e più attrezzata drogheria tedesca aperta a pochi isolati di distanza. Avvilito dai pochi incassi e stanco di lavorare da mattina a sera senza riuscire a tornare a galla, decide di prendere a lavorare con sè il giovane Frank Alpine, un ragazzo di origine italiana che si era offerto di affiancarlo per imparare il mestiere senza alcun compenso. La fiducia che Bober aveva riposto nel ragazzo viene però mal ripagata: Frank si innamora di Helen, la figlia del negoziante, e viene scoperto da Bober a rubacchiare dalla cassa. Un gran bel libro che racconta con grande maestra i complicati rapporti umani. “Il commesso”, Bernard Malamud – Minimum fax

Festa dei lavoratori, il libro della nipote di Charles Dickens

Protagonista di questo divertente libro è la stessa autrice Monica Dickens, pronipote del celebre Charles Dickens, che fattasi cacciare da una rinomata scuola femminile per la sua esplicita insofferenza nei confronti delle classiche usanze da signorina per bene dell’alta borghesia, decide di prendere in mano il proprio destino e di vivere come tutti gli altri, lavorando. Complice un vecchio corso di cucina francese a cui aveva partecipato, si fa assumere come cuoca a servizio di una famiglia. Il libro racconta il dietro le quinte di tutte le famiglie benestanti in cui Monica ha prestato servizio, soffermandosi sulle battaglie, gli abusi e le conquiste lavorative, tra da soufflè afflosciati, arrosti bruciati e piatti rovesciati a terra; il tutto condito dal divertente e pungente humour inglese. Monica Dickens – Su e giù per le scale – Elliot

I lavori a tempo determinato di Javi per celebrare i lavoratori nella loro festa

Il protagonista di questa grapich novel è Javi, un giovane fumettista spagnolo che non riesce ad ingranare. Timido, tranquillo ed estremamente sensibile Javi ha una fortissima passione per i fumetti e il suo sogno è pubblicarne uno, ma il consiglio che riceve da tutti è sempre lo stesso: “trovati un lavoro vero”. Javi, deciso a non mollare il suo sogno, si trasferisce a Berlino dove incontrerà non poche difficoltà. L’autore Alberto Madrigal, che guarda caso è un fumettista spagnolo che vive a Berlino, racconta in maniera splendida le vicissitudine quotidiane di Javi, che si barcamena tra mille lavori a tempo determinato, e che passa il suo tempo libero dividendosi tra un amico italiano che sbava per una ragazza tedesca e lo scostante coinquilino che odia gli spagnoli. Riuscirà Javi a non perdersi e a portare avanti il suo sogno? Prima opera di Madrigal, intensa ma delicata allo stesso tempo. Alberto Madrigal – Un lavoro vero – Bao publishing

Ultime notizie