venerdì, 27 Novembre 2020
Home Rubriche I consigli del Libraio "Qualcuno ti guarda" di Lisa...

“Qualcuno ti guarda” di Lisa Jewell, la recensione

Un thriller sui generis, che inizia con un omicidio di cui non si conosce né vittima né assassino e che piano piano getta insospettabili indizi che danno vita a un tale turbinio di pensieri ed ipotesi nel lettore che risulterà complicato staccarsi dalle sue pagine

-

All’inizio di “Qualcuno ti guarda” di Lisa Jewell, ci troviamo catapultati a Melville, quartiere elegante di Bristol. L’atmosfera è quasi da film, con villette a schiera colorate con giardino e boschetto. In una di queste case perfette però è accaduto qualcosa di terribile: una finestra rotta, un porta accostata e un lago di sangue in cui galleggia una nappina rossa. Non si sa chi sia il morto né altri dettagli.

Da qui, con una serie di flashback intervallati da brevi resoconti e interrogatori della polizia, faremo conoscenza di tutto il vicinato, zoomando ed entrando nelle loro esistenze tra apparente normalità, inquietanti segreti e ossessioni opprimenti.

I personaggi di “Qualcuno ti guarda”

Tom Fitzwilliam è il nuovo dirigente scolastico dell’istituto superiore di Melville, chiamato per rimetterla in sesto: brizzolato e con un accenno di pancetta, Tom ha un fascino magnetico a cui difficilmente le donne riescono a resistere. Vive con sua moglie, casalinga perfetta, e suo figlio Freddie che, schiacciato dall’ingombrante presenza del padre, passa le giornate a guardare fuori dalla finestra col suo binocolo.

A qualche casa di distanza vive Joey Mullen, impulsiva ventenne da poco tornata da Ibiza con un anello al dito, insieme al fratello Jack e a sua moglie Rebecca. Dall’altro lato della strada troviamo invece Jenna, una studentessa quindicenne che vive con una madre instabile e paranoica convinta che una misteriosa banda di stalker la stia perseguitando spostando i soprammobili, svitando le lampadine e incidendo piccoli geroglifici sul tavolo di cucina.

Il “viaggio” di Lisa Jewell

Lisa Jewell con “Qualcuno ti guarda” ci farà addentrare pian piano nelle vite del vicinato, apparentemente normali, informandoci in un crescendo di sospetti e tensioni, delle varie stranezze misteriose che caratterizzano molti dei personaggi. Crescendo che si tramuterà in dubbio, portandoci a interrogarci continuamente sull’onestà del personaggio di cui stiamo leggendo la storia.

Un thriller sui generis, che inizia con un omicidio di cui non si conosce né vittima né assassino e che piano piano getta insospettabili indizi, centellinati ad arte, che danno vita a un tale turbinio di pensieri ed ipotesi nel lettore che risulterà complicato staccarsi dalle sue pagine.

Lisa Jewell, “Qualcuno ti guarda”
Neri Pozza editore, 19 €
Leggi gli altri consigli del libraio

Ultime notizie

Covid: autocertificazione di domicilio e cosa fare se lo si vuole cambiare

Basta sceglierlo e compilare un'autocertificazione: come cambiare il domicilio, necessario per gli spostamenti in tempi di Covid

River to River 2020, torna (in streaming) il festival di cinema indiano

Ventesima candelina per il festival River to river, che dal 3 all'8 dicembre, offre il meglio del cinema indiano (in streaming)

Quanti contagiati oggi in Italia: ancora un record di decessi, aumentano i casi

I dati del 26 novembre sui nuovi casi di coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia?

Covid in Toscana: i contagi e il bollettino del 26 novembre

Dopo due giorni, sono di nuovo in crescita i dati relativi ai contagi: ecco il bollettino del Covid in Toscana del 26 novembre