venerdì, 12 Agosto 2022
HomeSezioniSportL'Aeroporto Firenze Rugby risorge sotto...

L’Aeroporto Firenze Rugby risorge sotto il diluvio

Aeroporto di Firenze Rugby- Modena

-

Pubblicità
Che effetto può fare a chi sa interpretare la tradizione rugbistica fiorentina, essere in condizioni di organico tali, che i tuoi tecnici devono staccare dal chiodo le scarpe e presentarsi al tuo fianco in campo? Oppure sapere che ti giochi una delle più importanti partite della stagione, sul tuo Padovani, avendo una squadra in maggioranza composta da giovani alle prima esperienze in Serie A? Infine sapere che là fuori ti aspetta un’emiliana, e che la pioggia a dirotto che sta allentando il terreno non gioca certo a tuo favore? Gli sguardi determinati dei biancorossi che si apprestavano ad entrare in campo sono la migliore risposta. Non ci si poteva augurare di meglio oggi, una vittoria netta – 32 a 7 su una diretta avversaria in classifica – , ma soprattutto la grinta e la volontà con cui è stata ottenuta. Senza voler diminuire il merito dei singoli – un Ippolito incontenibile in difesa, D’Andrea un baluardo in campo, recuperi e mete, Falleri perfetto nella gestione tattica del gioco – questa è stata una partita vinta da 23 “man of the match”.
Aeroporto Firenze parte in pressione, e nonostante le condizioni atmosferiche, muove bene la palla e trova nel gioco al piede la migliore soluzione per guadagnare terreno ma il Modena regge bene. Complice il campo pesante è difficile accelerare e trovare spazi. Qualche errore di handling favorito dalla pioggia e le interpretazioni dell’arbitro rompono la continuità che i biancorossi cercano di costruire. Finalmente, pur trovandosi in inferiorità numerica per il giallo a Petrangeli, dopo un buon lavoro di costruzione offensiva, Aeroporto Firenze riesce a conquistare la sospirata superiorità numerica che lancia in meta Di Francescantonio. Si continua a combattere sulle palle alte con il Firenze che riesce a contenere la reazione avversaria fino alla fine della prima frazione di gioco.
Ripartono bene nel secondo tempo i biancorossi. Il Modena è schiacciato nei suoi 22. Dopo vari tentativi di attacco, arginati dalla strenua difesa emiliana, Falleri muove il punteggio con un drop che va a segno. Pochi minuti dopo è D’Andrea a trovare il  varco sulla “chiusa” sorprendendo  la difesa avversaria con uno sprint che da metà campo lo porta in meta. Sotto un vero diluvio Aeroporto Firenze riesce a muovere ancora la palla e trovare gli spazi in una difesa modenese annichilita. Su invito di Sordini Maffucci sfonda di nuovo e segna fra i pali mentre non si attende molto per vedere D’Andrea entrare in meta per la seconda volta su un contrattacco al piede che regala ai gigliati il punto bonus per la quarta segnatura. Rialza la testa il Modena con Bisceglie che con un buon cambio d’angolo va a segno al 30′. Le successive incursioni offensive modenesi sono sistematicamente annullate dalla difesa fiorentina, trascinata da un magistrale Ippolito, ed è lotta dura negli ultimi minuti quando in doppia inferiorità numerica i gigliati riescono a difendere la propria meta fino al fischio finale che chiude una bella giornata di rugby.
Un soddisfatto Sordini al termine dell’incontro: “Finalmente un risultato positivo. Attitudine, generosità e sacrificio, è questo che abbiamo chiesto ai nostri ragazzi prima di entrare in campo e non ci hanno deluso, conquistando i 5 punti necessari a riagganciare i nostri avversari in classifica. Avevamo qualche problema di organico, con molti infortunati. Il nostro giocatore principale sui trequarti, Rios, ha subito una frattura al piede, e avevamo una formazione particolarmente giovane. Molti giocatori del ’93 insieme addirittura a due del ’94”.
“Volendo essere critico in una giornata così positiva, – continua Sordini – posso dire non essere soddisfatto della prima parte dell’incontro dove abbiamo avuto un netto dominio sul possesso palla senza riuscire a segnare. Dobbiamo essere più cinici e segnare di più, comunque siamo sulla strada giusta. Abbiamo dato un segnale positivo e questo fa tanto morale rendendoci più consapevoli nelle nostre capacità. Abbiamo superato l’incapacità di segnare punti che ci aveva caratterizzato in questo inizio campionato, speriamo che questo ci porti ancora a migliorare. Abbiamo visto un Ippolito in forma stupenda che ha condizionato il sistema di gioco avversario con tanti placcaggi decisivi, ma i miei complimenti vanno a tutti i giocatori che oggi sono scesi in campo”.
Alessandro Ippolito “Man of the match”: “Oggi, già nello spogliatoio sentivamo che c’era l’aria frizzante. Infortuni, indisponibilità dell’ultimo minuto… ci siamo resi conto che forse la situazione non era stata mai così difficile e che da lì non si poteva che risalire. In quel momento l’istinto di sopravvivenza ha preso il sopravvento, si è vista gente felice di entrare in campo e combattere in questa situazione difficile. Hanno dato tutti il massimo, con i giovani che hanno corso moltissimo trascinati dai veterani che sono rimasti in campo fino alla fine. È stato molto bello, siamo molto contenti, sapevamo che comunque fosse finita questa partita sarebbe passata alla storia, perché si sapeva che da qui si ripartiva. Dopo l’esperienza di Brescia, quando nel parcheggio dello stadio ci siamo ritrovati insieme e ci siamo resi conto che punto più basso non si poteva toccare, abbiamo avuto la consapevolezza che da lì saremmo potuti soltanto risalire. Un sentimento che oggi era forte in tutti noi, e che ci ha spinto a dare un’ottima prestazione”.
AEROPORTO FIRENZE RUGBY v MODENA RUGBY CLUB 32-7 (7-0)
Marcatori: p.t. 33’ m. Di Francescantonio tr. Falleri (0-7); s.t. 4’ drop Falleri (10-0); 6’ m. D’Andrea (15-0); 21’ m. Maffucci tr. Falleri (22-0); 25’ m. D’Andrea tr. Falleri (29-0); 30’ m. Bisceglie tr. Assandri (29-7); 37’ cp. Falleri (32-7)
Aeroporto Firenze Rugby: Segundo (1’ st. Morace), Fabbri (24’ pt. Marucelli), D’Andrea, Petrangeli (36’ pt. Maffucci), Cintelli, Falleri (42’ st. De Castro), Di Francescantonio, Borsi, Ippolito, Fortunati Rossi (9’ st. Piccioli), Savia (17’ st. Sordini), Soldi, Bianco G. (27’ st. Mannini), Fanelli (cap), Pierazzuoli (9’ st. Bianco S.). All. Sordini-Segundo
Modena Rugby Club: Assandri, Lanzoni, Bisceglie, Uguzzoni, Catellani, Tepsanu, Rovina, Venturelli M., Venturelli L., Trentini (1’ st. Lorenzi), Maccaferri, Sola, Cavallero, Gibellini (1’ pt. D’Amico), Faraone (22’ st. Milzani). A disp.: Dormi, Bilello, Trotta, Utini. All. Ogier
Pubblicità

Ultime notizie