È stato il tormentone dell’estate, il suo “FIPI-LIFIPI-LIFIPI-LIFI” ci ha rintronato la testa e intrecciato la lingua, ma soprattutto è riuscito a strappare un sorriso a tutti coloro che conoscono bene le code che si creano in superstrada. Nata dall’idea di Simone Centineo, smussata da Daniele Amato e messa in musica da Simone Gaggioli, questa canzone ha spopolato sui social con più di 20mila visualizzazioni in pochi giorni, rendendola il vero pezzo dell’estate scandiccese, e non solo.

Il trio è tornato sotto le luci della ribalta, conquistando il suo pubblico con queste semplici note, scritte alla fine dell’estate 2017 e poi riproposte quest’anno insieme a un divertente videoclip pubblicato su Youtube che vede coinvolti i tre con l’attore Sergio Forconi e a un corpo di ballo tutto al femminile che si muove nel parcheggio di villa Costanza tra pinne, ciambelle e paperelle.

“Ci aspettavamo che la canzone andasse bene – racconta Simone Gaggioli – ma sinceramente non pensavamo che avrebbe avuto tutto questo successo. È stato emozionante sentirla la sera in alcuni campeggi della Toscana, ma è stato ancor più sorprendente poter essere intervistati durante la trasmissione radiofonica Caterpillar e dai matti di Radio Deejay”. Ma non è finita qua, perché il trio infatti è stato ospite in piazza Santissima Annunziata in occasione della festa della Rificolona del 7 settembre, dove ha animato la piazza esibendosi dal vivo. 

I progetti dopo la “Fi-Pi-Li song”

Nel frattempo si stanno preparando a sorprendere i fan con un nuovo lavoro che sarà pronto per Natale ma di cui ancora non possiamo avere alcuna anticipazione. Sono stati molti i video di successo realizzati negli ultimi anni dai tre scandiccesi, non ultimo il piccolo corto realizzato insieme agli studenti della scuola media Gianni Rodari e lanciato lo scorso inverno contro il bullismo dal titolo “Il bullo è il vero sfigato!”.

fipili song Simone Centineo

Dovremo invece aspettare il prossimo inverno per poter apprezzare il corto realizzato da Simone Centineo, che racconta: “Solitamente ho sempre lavorato a video simpatici, che facessero ridere. Adesso invece, sto concludendo un corto diverso, che prende in considerazione tutt’altre tematiche, decisamente più impegnate. L’obiettivo che mi sono prefisso è quello di presentare questo lavoro ai più importanti festival italiani e internazionali con la speranza che il mio impegno possa essere apprezzato”.