Elena Linari è una campionessa di calcio eccezionale, difensore della Nazionale Italiana di calcio femminile, atleta dotata di talento, ma anche di tanto carattere e determinazione. Quest'estate è passata dalla Fiorentina Women’s all’Atlético de Madrid Femenino

Nella sua carriera, pur essendo del ‘94, ha già vinto molto, ecco il suo palmares: 3 scudetti (2013-14 e 2015-16 col Brescia e 2016-17 con la Fiorentina Women’s), 4 Coppe Italia (2014-15 e 2015-16 col Brescia, 2016-17 e 2017-18 con la Fiorentina Women’s) e 2 Supercoppe Italia (2014 e 2015 col Brescia). Nel 2014 – 15 ha anche vinto il premio come migliore difensore italiano insieme a Roberta D’Adda. Detiene il maggior numero di presenze (29) nelle nazionali giovanili, indimenticabile un suo goal segnato al Brasile. Nel 2017 ha vinto l’Italian Values Award.

Perché hai scelto l’Atletico?

“Ho voluto fare un’esperienza di vita diversa all’estero e per imparare ulteriormente. Ho l’età giusta per crescere sia come atleta che come giocatrice. Madrid, è la scelta giusta oggi per la mia carriera. Ma non dimenticherò mai l’affetto di Firenze e dei tifosi della Fiorentina”.

Doloroso lasciare la Fiorentina?

“Probabilmente sarà solo un arrivederci, sarò sempre tifosa della Fiorentina”.

Come hanno reagito i tifosi?

“L’affetto che mi hanno dimostrato i tifosi viola, nonostante il saluto, mi ha accresciuto e confermato questa sensazione, sono stati eccezionali. Mi ha inoltre fatto piacere che la Fiorentina, nonostante non fosse felice della mia partenza, mi abbia fatto sentire comunque la propria vicinanza, loro sanno che vado all’estero in una grande squadra e non a fare una esperienza forzata. Volevo andarmene da Firenze solo per crescere ed è questo il solo motivo. Sono esigente nei miei confronti ed è un trampolino importante per me, comunque non sarò mai un’ex, ho troppi ricordi bellissimi con loro: dallo Scudetto, alla vittoria con la Juve, alla conquista della Coppa Italia”.

Elena Linari intervista

Cosa sono stati i Della Valle per la Fiorentina?

“I Della Valle hanno creduto in noi e li ringrazio ed è bene che i tifosi continuino a credere e sostenere questa squadra, perché questi colori e il giglio se lo meritano. Mi auguro anche che tanti di loro possano ancora, attraverso i media e i social, seguirmi anche all’estero.


A Firenze cosa pensi di dire?

“La Fiorentina vincerà anche senza di me, perché ha costruito una squadra fortissima. E alla città: a presto…”.