domenica, 21 Aprile 2024
- Pubblicità -
HomeFiorentinaLa Fiorentina torna a giocare...

La Fiorentina torna a giocare in Conference. Al Franchi il Maccabi Haifa

Vincenzo Italiano squalificato ha parlato anche del suo futuro. Torna in campo Beltran, Nzola dovrebbe partire titolare

-

- Pubblicità -

Partita ad alta tensione e quartiere del Campo di Marte in subbuglio per la partita tra Fiorentina e Maccabi Haifa, ritorno degli ottavi di Conference League. Si gioca allo stadio Artemio Franchi alle 18,45. Si parte dal 4-3 per i viola dell’andata.

Possibili formazioni

Italiano non siederà in panchina perché squalificato dopo la seconda ammonizione rimediata proprio a Budapest nella gara di andata contro il Maccabi Haifa. Assente anche Milenkovic che lascerà il centro della difesa a Quarta e Ranieri. Torna titolare Beltran, che in campionato non ha giocato perché squalificato. Potrebbe giocare Bonaventura (squalificato con l’Atalanta) accanto ad uno tra Duncan e Mandragora. Le condizioni di Arthur non sembrano delle migliori anche se sono in miglioramento dopo lo stop di Torino quindi potrebbe trovare spazio Maxime Lopez. Nzola dovrebbe partire da titolare mentre potrebbe partire dalla panchina Nico Gonzalez.

- Pubblicità -

Nel Maccabi Haifa è squalificato Show, espulso all’andata. Dego dovrebbe riproporre gli uomini della settimana scorsa con Khalaili e Kinda sulla trequarti, Pierrot in attacco, Mohamed a centrocampo e Seck in difesa. Assenti Refaelov e David.

L’allenatore

Prudente Vincenzo Italiano. “Il concetto che ho dato ai ragazzi è chiaro. Sono convinto che loro verranno a cercare di ribaltare l’andata e noi dobbiamo essere pronti. Siamo stati bravi a vincere l’andata ma non è chiusa, dobbiamo sfruttare il vantaggio. Su questo un po’ di esperienza l’abbiamo acquisita, non sbaglieremo l’approccio. Per la prima volta nei professionisti – commenta Italiano –  sarò lontano dal terreno di gioco, per me l’ammonizione era esagerata ma capita. Dopo tre anni i ragazzi sanno quello che voglio, poi c’è uno staff dietro di me che saprà gestire tutto da vicino. Milenkovic è una perdita importante per la loro fisicità. Recuperiamo Quarta, cerchiamo di gestire anche i minutaggi e quindi abbiamo tirato il collo a Nikola in campionato. Il Chino è in perfette condizioni. Sul futuro – conclude il tecnico – ne ho parlato con la società, che è al corrente del mio pensiero. In questo momento siamo concentrati sui nostri obiettivi, metterei la firma per vincere qualcosa, regalare al presidente una coppa, dato che ci siamo andati così vicini in passato. Da parte mia massimo impegno e professionalità, poi vediamo dove arriviamo”.

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Ultime notizie

- Pubblicità -
- Pubblicità -
- Pubblicità -