venerdì, 25 Settembre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Bernini e i suoi ritratti...

Bernini e i suoi ritratti al Bargello

-

L’esposizione “Gian Lorenzo Bernini e la nascita del ritratto barocco” si concentra sui ritratti realizzati fin dalla piu’ giovane età. Grazie a Bernini, tra il 1615 ed il 1640 si passò dalle immagini statiche e severe del ‘500 a figure che parevano respirare e parlare con l’osservatore. Erano proprio “ritratti parlanti”, che vengono ora esposti in una delle due sezioni della mostra in confronto diretto con opere di pittori del tempo attivi a Roma, come Rubens, Carracci, Velazquez, Pietro da Cortona. Due dipinti permettono di conoscere il Bernini
pittore: il ritratto di Urbano VIII ed il suo autoritratto conservato agli Uffizi. Emerge in mostra anche la figura dell’allievo e aiuto di Bernini Giuliano Finelli, con alcune sue opere: il busto di Maria Barberini Duglioli del Louvre, il ritratto di Francesco Bracciolini del Victoria & Albert Museum e quello di Michelangelo il Giovane di Casa Buonarroti.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Tour della Toscana, alla scoperta delle bellezze di questa regione

Arte, storia, cultura, piccoli borghi, natura e buona cucina: i migliori tour della Toscana da Firenze al Chianti fino alla Val d'Orcia

Smart working: cosa cambia dopo il 15 ottobre (senza la proroga)

Le regole per il lavoro agile nel settore privato e quelle per i genitori con meno di 14 anni

Torna La rondine di Puccini al Teatro del Maggio Fiorentino

La stagione lirica del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con "La Rondine" di Giacomo Puccini