HomeSezioniArte & CulturaDoppio appuntamento al Lu.C.C.A

Doppio appuntamento al Lu.C.C.A

Doppio evento, mercoledì 3 febbraio, al Lucca Center of Contemporary Art: inaugurazione della personale di Adriano Buldrini e secondo “Mercoledì del destino”.

-

Secondo appuntamento con i “Mercoledì del destino” al Lu.C.C.A. – Lucca Center of Contemporary Art il 3 febbraio 2010 alle ore 21: a parlare di fato, scelte personali, “psicomagia” e tarocchi ci saranno Antonio Bertoli, poeta, scrittore, uomo di teatro e performer, ma soprattutto esperto di tarocchi, e l’artista Adriano Buldrini, moderati dal direttore del Lu.C.C.A. Maurizio Vanni.

Mentre Bertoli, che da quarant’anni si occupa delle antiche carte e che ha collaborato col regista e drammaturgo cileno Alejandro Jodorowsky, parlerà dell’origine dei tarocchi e delle loro figure simboliche, Buldrini descriverà la sua rilettura iconografica dei tarocchi, la stessa che potrà essere ammirata dai visitatori nella personale “La strada reale della vita” che vedrà esposto il ciclo pittorico dei Tarocchi, dal 3 al 7 febbraio nel Lu.C.C.A. Lounge. Si tratta di un’anteprima dell’esposizione che poi, dal 18 marzo al 10 aprile 2010, sarà ospitata a Firenze alla Galleria del Palazzo – Palazzo Coveri.

Sempre dal 3 e fino al 21 febbraio Buldrini avrà a sua disposizione i locali del seminterrato del museo, il Lu.C.C.A. Underground, per mostrare otto lavori del suo ultimo ciclo pittorico, Agape, sul tema appunto dell’amore, ispirato dal poema persiano “Il Verbo degli Uccelli” di Farìd Ad-din Attar, il Mistico farmacista vissuto in Iran tra il 1100 e il 1200. La mostra è stata realizzata in occasione del concorso a premi con finalità benefiche “Cuore+Amore=Vita”, lanciato dal Lu.C.C.A. insieme con il quotidiano “La Nazione”, l’U.O. Cardiologia Lucca e la Fondazione “Per il tuo Cuore” onlus, dedicato all’amore, al “motore” della passione ovvero il cuore, e alla vita.

Viste le numerose presenze che ha registrato la personale di Balzano, il Lu.C.C.A. ha deciso di prolungare l’apertura fino al 21 febbraio 2010: l’evento è stato visitato da circa 3.000 persone. Queste presenze sono state ottenute anche grazie ai tanti eventi collaterali che hanno permesso di approfondire le molte tematiche proposte dall’artista toscano.

Ultime notizie