La fondazione Arte della Seta Lisio dal 1906 mantiene viva la tradizione della tessitura di stoffe pregiate, come quelle dei figuranti del Palio di Siena ma anche attraverso la creatività della moda, fatta di ricerca, tendenza e innovazione.

La mostra è aperta fino al 15 novembre dalle 14 alle 18,30 nei giorni feriali e dalle 9 alle 12 il sabato e propone ai visitatori musiche e sfilate di moda, la ricostruzione di costumi storici di fine ‘400 e ‘500, i dieci costumi tradizionali del Corteo di Orvieto e le 12 collezioni delle “baguette” Fendi.

“E’ davvero un grande onore per l’Assemblea toscana ospitare questa mostra straordinaria, evento importante perché segno di creatività, vitalità e voglia di futuro che da sempre caratterizzano la Toscana – ha commentato la Presidente della commissione Cultura del Consiglio regionale, Ambra Giorgi – Non c’è una panacea per uscire dalla crisi, ma coniugare la tradizione con la sperimentazione è la strada maestra che il Consiglio regionale intende percorrere”.

“Questa mostra dimostra ancora una volta – ha concluso la Giorgi – che il confine tra artigianato artistico, sapere delle mani ed arte è davvero labile”.