giovedì, 22 Ottobre 2020
Home Sezioni Arte & Cultura Mao Jianhua in mostra alla...

Mao Jianhua in mostra alla Fondazione Zeffirelli

Dopo Roma, il pittore, filosofo e poeta cinese porta 25 opere a Firenze, per l'esposizione ''Mountains'' ospitata alla Fondazione Zeffirelli

-

Un mondo nascosto dietro poche pennellate, tracciate da Mao Jianhua su carta di riso fatta a mano: inchiostro nero su fondo bianco che crea paesaggi naturali, suggestive montagne, unendo pittura e filosofia, modernità e tecniche millenarie cinesi.

Fino al 30 novembre 2018 la sala della musica nel complesso monumentale di San Firenze ospita 25 opere del pittore, filosofo e poeta cinese, per la mostra “Mountains. Secret Harmony of the Earth”. L’esposizione è curata da Cristina Acidini ed è promossa dalla Fondazione Franco Zeffirelli, con il patrocinio del Comune di Firenze e del Consiglio Regionale della Toscana, con la collaborazione dell’Associazione culturale Acontemporaryart.

Le opere esposte

In mostra lavori di varie dimensioni, da piccoli fogli a maestosi rotoli, uno dei quali raggiunge gli 11 metri di larghezza. I visitatori sono accompagnati in un vero e proprio viaggio tra paesaggi naturali e montagne sacre per indagare l’armonia della terra e il suono primordiale dell’universo che nella tradizione cinese risuona attraverso l’antico strumento musicale guqin.

“La vera opera d’arte, non importa se pittura o scultura – spiega l’artista Mao Jianhua – deve essere un’espressione della libertà della vita. Dietro a ogni opera d’arte c’è un messaggio di armonia interiore e di senso di pace, che si trasmette all’osservatore. Ogni dipinto dispiega sulla carta la vita con la sua immagine, ritmo e colore”.

Le opere dell’artista arrivano a Firenze dopo il vernissage al Vittoriano di Roma. “I paesaggi montuosi di Mao Jianhua – dice Cristina Acidini – acquistano sfumature di personalità, che le rendono ispiratrici di situazioni emotive profondamente umane. Ci voleva un artista che fosse insieme poeta e filosofo, per restituire con i semplici media dell’antica tradizione cinese la sinfonia segreta della natura, che si fa intendere e si dischiude solo attraverso il percorso paziente della meditazione, fino a immedesimarsi col respiro profondo dell’universo”.

Firenze Mao Jianhua Fondazione Zeffirelli

Chi è Mao Jianhua 

Mao Jianhua è stato per molto tempo un imprenditore affermato a livello internazionale, ma ha cambiato la sua vita iniziando una ricerca dei fondamenti culturali e spirituali della tradizione cinese: dedito fin da giovanissimo all’arte della calligrafia, ha iniziato a dipingere 12 anni fa, partendo da uno studio approfondito dei “classici” di mille anni fa, le produzioni della pittura Shan shui (montagna-acqua), incentrata sulla raffigurazione del paesaggio.

Gli orari della mostra

La mostra di Mao Jianhua è visitabile fino  al 30 novembre 2018, dal martedì alla domenica, dalle ore 10.00 alle ore 18.00, con il biglietto di ingresso al Museo Zeffirelli.

Ultime notizie

Nuova giunta regionale toscana 2020: Giani annuncia assessori e deleghe

Il neo governatore Eugenio Giani ha comunicato anche l'ultimo nome della sua squadra: ecco tutti gli assessori della giunta regionale e le possibili deleghe

Toscana, no al coprifuoco Covid e Firenze “chiude” 10 piazze della movida

Nessun lockdown a livello regionale, almeno per il momento. Intanto Firenze vieta lo stazionamento delle persone in 10 zone calde della movida

Bonus computer 2020: 500 euro per pc e internet, come richiederlo

Buono da 500 euro per pc, tablet e connessione internet: come funziona il bonus computer 2020, come richiederlo agli operatori tlc aderenti

Smart working, pubblica amministrazione e privati: fino a quando? Le regole

La legge rilancio, lo stato di emergenza e i nuovi decreti del governo: il punto sulla proroga del lavoro agile per il pubblico impiego e le regole per i dipendenti del settore privato