Nel maggio 2007 grazie ad Emergency fu costruito il Centro Salam alla periferia di Karthoum in Sudan. Pantaleo racconta la propria esperienza di architetto di Emergency, a contatto con una natura così inospitale e selvaggia, in un paese segnato dalla fame e dalla guerra.

Alla presentazione del libro interverranno oltre all’autore, anche l’assessore alla partecipazione democratica Cristina Bevilacqua, Andrea Aleardi della Fondazione Giovanni Michelacci e Giacomo Pirazzoli dell’Università di Firenze.

 “Il Centro Salam -ha scritto Gino Strada nella prefazione del libro – è diventato la visione di un mondo possibile. Perché in un paese in cui la sofferenza, la miseria, la morte sono strutturali al vivere quotidiano, un centro sanitario d’eccellenza capace di essere “scandalosamente bello” e che rivendica il diritto di tutti a una salute gratuita ha assunto un significato emblematico: non solo un segno di speranza per l’oggi, ma un’utopia lanciata verso il futuro”.