venerdì, 26 Febbraio 2021
Home Sezioni Arte & Cultura Pasolini in mostra al Gabinetto...

Pasolini in mostra al Gabinetto Vieusseux attraverso documenti inediti

In occasione dei 35 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini saranno esposti, per la prima volta in Italia, 400 documenti tra poesie, disegni, manoscritti, oggetti e pitture. Le opere dell'artista saranno in mostra all'Archivio contemporaneo Bonsanti del Gabinetto Vieusseux dal 18 novembre al 21 gennaio.

-

In occasione dei 35 anni dalla morte di Pier Paolo Pasolini saranno esposti, per la prima volta in Italia, 400 documenti tra poesie, disegni, manoscritti, oggetti e pitture. Le opere dell’artista saranno  in mostra all’Archivio contemporaneo Bonsanti del Gabinetto Vieusseux dal 18 novembre al 21 gennaio.

FONDO PASOLINI. L’esposizione “Pasolini. Dal laboratorio” presenterà alcune carte inedite che fanno parte del Fondo Pasolini donato all’istituto Vieusseux nel 1988 da Graziella Chiarcossi, erede della madre del poeta, che sarà presente all’inaugurazione della mostra insieme a Nico Naldini, suo cugino, per presentare il libro di Susanna Colussi Pasolini che si intitola “Il film dei miei ricordi”.

TITOLO MOSTRA. Il titolo della mostra, come spiega Gloria Manghetti direttrice del Gabinetto Vieusseux, è “dichiaratamente pasoliniano” e deriverebbe dal termine attraverso il quale l’artista amava definire il suo spazio lavorativo negli anni ’60.

PRIME DUE SEZIONI. La mostra si divide in quattro sezioni secondo un ordine cronologico che inizia con il periodo friulano, “Il Friuli, la zoventut”, che raccoglie manoscritti e poesie scritte in dialetto dal 1940 al 1950; la seconda parte è dedicata al periodo romano e riunisce la poesia civile e tutti gli scritti del maestro risalenti al 1950 fino agli anni ’60, compresa la prima collaborazione cinematografica con Fellini in “La Dolce Vita”.

TERZA PARTE. La terza sezione espone documenti attinenti al periodo cinematografico e sceneggiature scritte a mano dal 1960 al ’70, tra cui tutte le bozze di preparazione dei film “Accattone”, “Mamma Roma”, “La ricotta” e il “Vangelo secondo Matteo”.

QUARTA SEZIONE. Infine l’ultima parte, “Il corpo nella lotta”, racconta gli anni di Pasolini-giornalista e il proseguimento del percorso cinematografico negli anni 1970-1975, testimoniato dalla macchina da scrivere che ha fatto storia, la “Olivetti Lettera 22”.

Ultime notizie

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Si allontana la zona gialla. Il colore della Toscana la prossima settimana è probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo c'è il rischio di passare da zona arancione a rossa. E intanto scatta il lockdown a Pistoia e Siena

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi