Home Sezioni Cronaca & Politica A che ora chiudono i bar e fino a quando sono aperti...

A che ora chiudono i bar e fino a quando sono aperti in zona gialla

Il nuovo decreto Draghi stabilisce a che ora chiudono i bar e i ristoranti dal 23 aprile 2021: ecco quando possono stare aperti in zona gialla, arancione e rossa

Bar a che ora chiudono zona gialla arancione rossa asporto aperti orari fino quando

Cambiano le regole per i bar. Chiudono in zona arancione e rossa (sono attivi solo per l’asporto), ma riaprono nelle fasce a basso rischio tant’è che il nuovo decreto Covid stabilisce per la zona gialla fino a che ora i bar possono stare aperti e gli orari obbligatori di rientro nella propria abitazione con la conferma del coprifuoco.

Zona gialla, fino a che ora sono  aperti i bar e quando chiudono dopo le 18

La buona notizia è che dal 26 aprile tutti i servizi di ristorazione e i bar possono stare aperti in zona gialla, solo con il servizio ai tavoli esterni, la brutta è che per ora il coprifuoco è confermato alle 22 e quindi queste attività chiudono subito dopo l’ora dell’aperitivo e di cena, come succede anche ai ristoranti. All’articolo 4  nuovo decreto riaperture, valido fino al 31 luglio (ma che potrà essere modificato in vista della bella stagione) viene specificato che nei bar e nei ristoranti della zona gialla si può consumare solo ai tavoli all’aperto: per il caffè al bancone bisognerà ancora aspettare.

Inoltre ci sono delle regole precise per gli orari di chiusura dei bar, sempre in zona gialla: queste attività sono consentite solo “nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore“. Dunque il rientro a casa non può essere fatto dopo le 22. Questo aspetto è stato chiarito anche da una circolare del Ministero dell’Interno, firmata dal capo gabinetto del Viminale Bruno Frattasi (qui il testo in pdf): viene ribadito che ristoranti e bar possono stare aperti dopo le 18 e fino alle 22, se hanno tavoli all’aperto. In caso di tavoli solo al chiuso si applicano le regole per l’asporto (vedi sotto).

Lo spostamento del coprifuoco alle 23 o alle 24, anche per consentire una chiusura posticipata a bar e ristoranti, sarà valutato a metà maggio in base all’andamento dei contagi. È quanto prevede un accordo raggiunto all’interno della maggioranza di governo. Intanto il decreto in vigore stabilisce a che ora chiudono bar e ristoranti  e rimanda all’ultimo Dpcm (di marzo) per le altre regole, come quelle su quante persone possono stare a uno stesso tavolo negli orari in cui i servizi di ristorazione sono aperti al pubblico: il numero massimo è di 4 commensali non conviventi.

Quali bar possono restare sempre aperti dopo le ore 22, in zona gialla, arancione e rossa

Ci sono bar e ristoranti che non chiudono all’orario del coprifuoco, ecco quali possono restare aperti in tutte le zone (gialla, arancione e rossa):

  • bar di stazioni di servizio lungo le autostrade, negli ospedali, negli aeroporti, nei porti e negli interporti,
  • ristoranti degli alberghi, aperti anche a cena, ma solo per i clienti che pernottano nell’hotel.

Asporto dopo le 18: a che ora chiudono i bar in zona arancione e rossa

Dal 26 aprile viene confermata la chiusura al pubblico dei bar e dei ristoranti in zona arancione e rossa, dove queste attività possono stare aperte solo per il ritiro di cibo e bevande da asporto. Il decreto riaperture, pubblicato in Gazzetta Ufficiale, sul fronte della ristorazione introduce novità solo per zona gialla e bianca, mentre per le altre aree di rischio Covid rimanda al “vecchio” Dpcm, in cui è specificato a che ora chiudono i bar per il take away in zona arancione e rossa.

In queste due fasce le regole restano uguali. In zona arancione e rossa l’orario di chiusura è fissato alle 18 per gli esercizi classificati con il codice Ateco 56.3 (i bar e gli altri esercizi simili senza cucina), mentre tutti gli altri possono restare aperti per l’asporto fino alle 22, compresi i negozi specializzati nel commercio al dettaglio di bevande (codice Ateco 47.25), come le enoteche. Non sono previsti invece limiti di orario per le consegne a domicilio.

Orari di chiusura: le regole del decreto per il mondo della ristorazione

In sintesi, ecco l’orario (e il tipo) di chiusura previsto dal nuovo decreto del governo Draghi sulle riaperture, con novità da lunedì 26 aprile 2021 per i bar in zona gialla:

  • in zona gialla i bar con tavoli esterni possono stare aperti fino alle 22, ossia l’ora del coprifuoco. Il rientro nella propria abitazione è prevista entro questo orario. Per le attività che hanno a disposizione solo spazi al chiuso si applicano le regole della zona arancione.
  • in zona arancione e rossa i bar sono chiusi per i servizio al tavolo e restano aperti solo per l’asporto e le consegne a domicilio; per il take away i bar classificati con codice Ateco 56.3 (bar senza cucina e altri esercizi simili) chiudono alle 18.