lunedì, 20 Settembre 2021
HomeSezioniCronaca & PoliticaGreen pass a scuola: gli...

Green pass a scuola: gli studenti delle superiori non devono averlo

Da settembre entrano in vigore le regole sul green pass a scuola (elementari, medie, superiori e università): ecco chi deve averlo e dove non serve

-

Si avvicina il ritorno sui banchi e scattano le nuove regole anti-Covid: ma per andare a scuola il green pass è obbligatorio anche per gli studenti delle superiori e gli alunni delle medie sopra i 12 anni o devono averlo solo gli universitari? Dal 1° settembre 2021, tutto il personale della scuola e dell’università, sia i docenti che gli altri dipendenti, deve essere munito della certificazione verde, pena la sospensione dello stipendio dopo 5 giorni di assenza. Il nuovo decreto poi ha esteso l’obbligo a tutte le persone che entrano negli istituti, inclusi i genitori. Discorso diverso invece per gli allievi.

Green pass fino a 12 anni: esenzione

I bambini che non hanno ancora compiuto 12 anni sono esenti dall’obbligo di green pass, per entrare nei luoghi pubblici dove viene richiesto, come ad esempio ristoranti al chiuso, cinema, parchi divertimento e via dicendo (qui la lista completa).

Allo stesso modo la certificazione non serve per andare a scuola. Inoltre i piccoli sotto i 6 anni possono stare senza la mascherina, anche negli ambienti al chiuso.

Gli alunni della scuola media sopra i 12 anni e gli studenti delle superiori devono avere il green pass?

Gli studenti dai 12 anni in su non devono avere il green pass per andare a scuola, dalle medie alle superiori, dal liceo agli istituti professionali. Mentre i professori, il personale amministrativo, i collaboratori scolastici e tuti gli altri lavoratori sono tenuti a mostrare la certificazione verde, per gli alunni non è obbligatorio. Il governo ha deciso di far prevalere il diritto allo studio nella scuola dell’obbligo.

Restano le regole anti-Covid da rispettare per le lezioni in presenza: si dovrà indossare la mascherina, soprattutto negli edifici che non consentono di mantenere la distanza interpersonale di un metro.

Quando inizia la scuola in Toscana e il calendario delle vacanze 2021/2022

Chi fa il controllo del green pass a scuola

Il Ministero dell’Istruzione, in una circolare, ha chiarito che la verifica spetta ai presidi e ai collaboratori individuati dai dirigenti scolastici. Per velocizzare le operazioni di controllo, è in via di attivazione una piattaforma web – creata in accordo con il Garante della Privacy – tramite cui i dirigenti potranno verificare la validità del green pass del personale in servizio “automaticamente” dal computer, senza dover scannerizzare ogni volta il QR code.

Per motivi di riservatezza infatti sul green pass non viene riportata la durata della certificazione, né la motivazione per cui è stata rilasciata (vaccino, guarigione dal Covid o tampone): per questa regione è necessario controllarlo ogni giorno.

Gli studenti universitari devono avere il green pass: obbligatorio per lezioni, esami, mensa

Non serve quindi alle scuole medie e alle superiori, ma il green pass è obbligatorio per gli studenti universitari che frequentano gli spazi dell’ateneo, ad esempio per andare a lezione, fare esami, mangiare in mensa e usufruire delle biblioteche e delle sale studio. Chi non può vaccinarsi per motivi di salute, può richiedere il certificato di esenzione.

Ma cosa possono fare gli studenti universitari che sono ancora senza green pass? Hanno la possibilità di seguire le lezioni a distanza, come successo durante la pandemia, e fare gli esami in remoto, ma le modalità sono stabilite dalle singole università.

Ultime notizie