Home Sezioni Cronaca & Politica Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando...

Slitta ancora la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando restano chiuse

Oggi la decisione sulla riapertura delle palestre: almeno un altro mese di chiusura, nel nuovo Dpcm si decide quando riapriranno

Slitta la riapertura delle palestre: oggi si decide fino a quando sono chiuse

Non è ancora il momento. Tra le decisioni che il consiglio dei ministri dovrà prendere oggi c’è quella sulla riapertura delle palestre, o per meglio dire su fino a quando resteranno chiuse: il nuovo Dpcm 26 febbraio confermerà le restrizioni attualmente in vigore senza specificare ancora un’indicazione precisa su quando riapriranno le palestre e le piscine.

Il consiglio dei ministri è convocato alle 12.30 di oggi, 26 febbraio, per licenziare il nuovo Dpcm, il primo firmato dal premier Mario Draghi. Tra le restrizioni introdotte dai precedenti decreti e ora in scadenza c’è anche la chiusura delle palestre.

Riapertura delle palestre, oggi la decisione

Alla luce degli ultimi dati sul contagio da Covid, la riapertura delle palestre oggi sarà spostata ancora più in là, con un Dpcm che stabilirà fino a quando resteranno chiuse: il fatto è che i dati fotografano una situazione in peggioramento e dunque è ancora troppo presto per decidere quando riapriranno le palestre.

Come minimo la chiusura delle palestre sarà confermata per un altro mese, fino al 27 marzo. È quella la data alla quale il decreto prolungherà molte delle restrizioni, come il divieto di spostamento tra le regioni. Ed è anche la data per la quale è verosimile immaginare possano esserci aggiornamenti.

Quando riapriranno le palestre: ipotesi 27 marzo

Il Comitato tecnico scientifico oggi confermerà il suo parere positivo alla riapertura di cinema e teatri proprio per il 27 marzo, con un protocollo di sicurezza ancora più rigido e una decisione finale comunque legata all’andamento dell’epidemia. Se così fosse, ci sarebbe qualche speranza anche per la riapertura delle palestre, se non altro per le lezioni individuali. Lo stesso Comitato aveva infatti aperto alla possibilità di riprendere almeno con questa modalità.