giovedì, 25 Febbraio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Quando riapriranno le palestre nel...

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

-

Niente di fatto. Per sapere con esattezza quando riapriranno le palestre e le piscine in zona gialla e arancione durante questo 2021 bisognerà aspettare ancora, ben oltre il nuovo Dpcm di marzo che il governo Draghi si appresta a pubblicare senza novità per la riapertura dei centri fitness. Dopo qualche timido segnale positivo per la ripresa degli allenamenti e delle lezioni individuali, è arrivata l’ennesima doccia fredda per tutti gli sportivi.

Dal 6 marzo 2021, con l’entrata in vigore del nuovo Dpcm, la riapertura delle palestre non ci sarà e verosimilmente non ripartiranno neppure le lezioni individuali in zona gialla e arancione. L’ipotesi era circolata in un primo momento grazie a un nuovo protocollo anti-Covid. Al momento quindi le palestre possono riaprire solo nella cosiddettazona bianca“, la quarta fascia di rischio introdotta nei mesi scorsi, ma mai attuata. Vista la situazione dei contagi, ad oggi anche le regioni più virtuose non sono compatibili con i parametri stringenti previsti per il passaggio nella “white list” e il conseguente stop alle principali chiusure.

Palestre e piscine, il nuovo Dpcm 2021: per la riapertura bisogna ancora aspettare

Niente corsi in presenza, stop agli allenamenti al chiuso, blocco delle lezioni di gruppo e individuali, vietati gli sport di contatto e il calcetto. La chiusura delle palestre è scattata da mesi dopo il Dpcm del 24 ottobre 2020, quando l’allora governo Conte dispose lo stop anche per piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali. Misura confermata poi dai successivi decreti e dal Dpcm in vigore fino al 5 marzo, tutt’ora in vigore. La decisione è stata presa sulla base dei dati epidemiologici e per il rischio di una nuova forte ondata di Covid. A complicare le cose anche l’assenza, nel nuovo governo Draghi, di un ministro per lo Sport.

Nel frattempo gli esperti del comitato tecnico scientifico (Cts) hanno analizzato le nuove regole che andranno seguite quando riapriranno le palestre in questo 2021 funestato dall’emergenza Covid. L’ipotesi è quella di far ripartire le attività ma in modo graduale a seconda della zona (gialla o arancione) con lezioni individuali e un nuovo protocollo anti-Covid. Ma a mettere fuori gioco questa opzione sono state le varianti che in poco tempo hanno fatto correre veloce il contagio e invertito la tendenza della curva epidemiologica. Gli esperti del comitato tecnico scientifico raccomandano infatti la massima cautela per il via libera allo sport.

Quando riapriranno le palestre nel 2021 in zona gialla e arancione?

Non non ci sono le condizioni epidemiologiche per abbassare le misure di contrasto alla pandemia, ha detto in Senato il Ministro della Salute Roberto Speranza illustrando le linee guida per il nuovo Dpcm di marzo. Tradotto: non è il momento di pensare a una riapertura delle attività più a rischio, come le palestre. Dunque anche dal 6 marzo 2021, con il nuovo Dpcm, le palestre non riapriranno e resteranno chiuse fino a quando la situazione dei contagi non migliorerà. Se ne riparla probabilmente dopo Pasqua. Intanto il mondo dello sport attende ancora il decreto ristori 5, che prevede contributi per le società, oltre a una nuova tranche dell’indennità per i collaboratori sportivi.

Il nuovo protocollo Covid e le regole per tornare in palestra

Il nuovo protocollo intanto ha individuato le attività che possono essere fatte nelle diverse regioni a seconda del colore Covid, quando un nuovo Dpcm darà il via libera alla riapertura delle palestre nel 2021:

  • zona rossa – palestre chiuse, permessa soltanto l’attività sportiva individuale all’aperto
  • zona arancione – consentite le attività sportive di base individuali in palestre e piscine (quindi no alle lezioni di gruppo), le attività sportive dilettantistiche non di squadra né di contatto,  gli allenamenti (individuali, distanziati e senza assembramenti) per gli sport di contatto o di squadra
  • zona gialla – consentite le attività sportive di base all’aperto e in palestra in forma individuale e anche gli sport dilettantistici di squadra e di contatto

Quando le palestre riapriranno, all’interno delle strutture andranno rispettate tutte le nuove regole anti-Covid: dispenser di gel idroalcolici a disposizione di tutti, mascherina obbligatoria per gli operatori della palestra, ma non per i clienti che si allenano. In ogni caso andrà rispettata la distanza dalle altre persone di almeno 2 metri e commisurata all’intensità dell’attività fisica. E poi pulizia degli attrezzi con un prodotto igienizzante dopo ogni uso, compresi gli eventuali tappetini messi a disposizione dalla palestra, vietato fare la doccia, mentre i vestiti vanno messi in zaini e borse personali. Nelle vasche delle piscine devono essere garantiti 10 metri quadrati per persona (finora erano 7 mq).

La riapertura delle palestre nel 2021

Dunque al momento sembra proprio le palestre restano chiuse fino al 6 aprile 2021 e per una riapertura bisognerà aspettare il secondo Dpcm Draghi. Tutto dipenderà dall’andamento del contagio. Per il mondo della cultura invece si fa avanti l’ipotesi di un’apertura di cinema e teatri dal 27 marzo.

Ultime notizie

Quando riapriranno le palestre nel 2021: il nuovo Dpcm e la riapertura

Il protocollo di sicurezza da seguire quando riapriranno le palestre è pronto, ma anche con il nuovo Dpcm di marzo non ci sarà la riapertura in zona gialla e arancione. A rischio l'ipotesi sulle lezioni individuali

Il colore della Toscana la prossima settimana: zona arancione o rossa?

Osservate speciali Pistoia e Siena. Il colore della Toscana prossima settimana sembra probabile che resti lo stesso, ma per metà marzo si riaffaccia il rischio di passare da zona arancione a rossa

Dati, Covid in Toscana: oggi più di 1.300 contagi. Bollettino del 25 febbraio

La soglia psicologica degli oltre 1.000 contagi giornalieri non veniva superata ormai da due mesi e mezzo. Sopra quota 1.000 anche in ricoveri. Ecco i dati del bollettino Covid della Regione Toscana aggiornato a oggi (25 febbraio)

In quanti in macchina: zona gialla, arancione e rossa, quante persone in auto

Si può stare in tre in auto, se ci si trova in zona gialla, arancione e rossa? E in quanti si può viaggiare in macchina se si fa parte dello stesso nucleo familiare? Le regole del Dpcm anti-Covid e del decreto legge Covid del governo Draghi