martedì, 26 Gennaio 2021
Home Sezioni Cronaca & Politica Ristoranti, Dpcm: aperti per l’asporto...

Ristoranti, Dpcm: aperti per l’asporto dopo le 18, chiusi i bar

Le regole del nuovo Dpcm per i ristoranti, aperti per l'asporto dalle 18 alle 22, stop invece al take away dei bar in zona gialla, arancione e rossa

-

Ristoranti aperti fino alle 18 in zona gialla, regole diverse in zona arancione e in fascia rossa: chiusi al pubblico, ma attivi per l’asporto anche dopo le 18, consegne a domicilio no stop. Nel Dpcm del 16 gennaio per i ristoranti c’è la conferma delle regole anti-Covid fin qui stabilite dai vari decreti della Presidenza del Consiglio, mentre è prevista un stretta per l’asporto dopo le 18 dei bar.

Le regole dei Dpcm sui ristoranti aperti in zona gialla e arancione

Il nuovo Dpcm ha rinnovato le limitazioni Covid per il mondo della ristorazione dal 16 gennaio al 5 marzo: in zona gialla i ristoranti possono stare aperti a pranzo e fino alle 18, ma non per cena, perché dalle 18 alle 22 è consentito solo l’asporto. La consegna a domicilio invece non ha limiti di orario. Resta anche il limite su quante persone possono stare al tavolo al ristorante: è stata ripresa la norma stabilita negli ultimi Dpcm secondo cui il numero massimo di persone non conviventi che mangiano insieme a tavola non deve superare i  4 commensali.

In zona arancione e rossa i ristoranti invece sono chiusi al pubblico, quindi niente pranzo al tavolo, e possono fare solo take away fino alle 22 e consegne a domicilio sempre. Con il decreto legge Covid del 14 gennaio è stata però introdotta una quarta fascia per le regioni a basso rischio di contagio, la cosiddetta zona bianca (incidenza settimanale dei contagi sotto 50 casi ogni 100.000 abitanti), dove tutte le principali attività saranno aperte e verranno ridotte le limitazioni anti-Covid: resta da capire se i ristoranti in zona bianca potranno restare aperti anche a cena.

Nuovo Dpcm e ristoranti: stop asporto dalle 18 solo per i bar

Una qualche confusione si è generata dopo la novità prevista dal Dpcm del 16 gennaio, con uno stop all’asporto dei bar dopo le 18 per combattere gli assembramenti non autorizzati che si sono creati davanti ai locali in molte città d’Italia. Questa regola vale in tutte le zone (gialla, arancione o rossa).

Quindi in zona gialla i bar possono restare aperti dalle 5 alle 18, ma dopo questo orario non è consentito l’asporto per i locali individuati dai codici Ateco 56.3 (bar senza cucina e altri esercizi simili) e 47.25 o (commercio al dettaglio di bevande). In zona arancione e rossa i bar sono aperti solo per il take away fino alle 18. Confermato il divieto di consumare cibi e bevande nei pressi delle attività di ristorazione, come successo finora.

Ultime notizie

Quanti contagiati oggi in Italia: i dati delle ultime 24 ore per regione

I dati del 25 gennaio dal bollettino sul coronavirus: quanti contagiati da Covid-19 ci sono oggi in Italia e quanti morti?

Quante persone possono entrare in un negozio: come calcolare il numero massimo

Come calcolare il numero massimo di persone ammesse in un negozio: le regole anti-Covid del nuovo Dpcm, dal cartello a quanti clienti possono entrare per metro quadrato

Quando il cambio di colore delle regioni: ogni quanto vengono decisi i colori Covid

Permanenza più lunga in zona arancione e rossa: quando viene deciso il cambio di colore delle regioni italiane e quando cambiano effettivamente i colori, con l'entrata in vigore dell'ordinanza

Zona rosso scuro: cosa significa per chi vuole viaggiare in Europa e Italia

Nella "mappa" dell'Europa arriva una nuova zona, rosso scuro, con limitazioni per chi vuole viaggiare: cosa significa e cosa cambia nelle regioni italiane che finiranno in questa fascia di rischio