Quasi mille tra bambini e ragazzi che diventeranno protagonisti sul palcoscenico e 30mila giovanissimi spettatori in arrivo da tutta la Toscana per assistere alle rappresentazioni. È “Il Maggio dei Ragazzi”, uno speciale progetto dedicato al pubblico giovane, che va avanti tutta la stagione, promosso dal Teatro del Maggio musicale fiorentino insieme Comune di Firenze, Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze, PortaleRagazzi.it, Venti Lucenti e Eni.

Il programma del Maggio dei ragazzi

Il lungo cartellone vede 3 spettacoli pensati ad hoc per i ragazzi tra i 6 e i 14 anni, riadattamenti di altrettante opere, studiati appositamente per avvicinare i più piccoli al teatro lirico. Si parte con la nuova produzione, La Cenerentola. Un lampo, un sogno, un gioco (8, 9, 13 e 14 novembre e 10 novembre per famiglie e scuole) tratto dall’opera di Gioachino Rossini, scritto e diretto da Manu Lalli con il maestro Giuseppe La Malfa sul podio a dirigere l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino.

Il secondo appuntamento è quello con The Rossini Game. Giocando con Gioachino (20, 21, 22, 23, 27, 28, 29, 30 novembre; 4, 5, 6, 7 dicembre; e ancora per famiglie e scuole: 17, 18, 24, 25 novembre e 1,2,9 dicembre), nuova produzione che vedrà i protagonisti  coinvolgere direttamente il giovane pubblico in sala in un divertente “gioco” sulle note di Rossini.

L’ultimo spettacolo del “Maggio dei ragazzi” è La leggenda dell’Olandese volante ispirato all’opera di Richard Wagner, scritto e diretto da Manu Lalli che vede sul podio ancora una volta il maestro Giuseppe La Malfa dirigere l’Orchestra del Maggio.

Bambini Teatro Opera Firenze Maggio Musicale fiorentino - Il maggio dei ragazzi

Foto: Michele Monasta

L'opera per bambini: guide all'ascolto e tour all'opera

Il progetto però non si esaurisce qui e vede le prove generali e le recite delle opere e dei concerti sinfonici in programma, aperte alle scuole con tanto di guide all’ascolto. Spazio poi alle visite guidate Maggio Tour, con percorsi ad hoc realizzati all’interno della struttura del Teatro che prevedono visite al foyer, alla sala, al palcoscenico e al backstage, alle sale prove dell’Orchestra e del Coro, alla sartoria e alla cavea all’aperto.