venerdì, 25 Settembre 2020
Home Sezioni Eventi Alla scoperta del Podere Paglieri

Alla scoperta del Podere Paglieri

Con l’arrivo del mese di settembre, l'associazione De Gustibus ritorna con la rassegna "Luoghi Di Vini" e porta a conoscere il Podere Paglieri, piccolo produttore di vino e olio extravergine di oliva biologico (nonché agriturismo) a Polvereto, piccola frazione del Chianti fiorentino.

-

La fattoria della famiglia di Lidia Pellizzari, già da tempo entrata a far parte dell’associazione De Gustibus, è finalmente pronta a far conoscere la propria incantevole realtà, adagiata su una collina fra Tavarnelle Val di Pesa e Montespertoli. Solo pochi mesi fa infatti è stata terminata la ristrutturazione del podere e la creazione di uno splendido agriturismo arredato con tutti i comfort e in stile a metà tra il design contemporaneo e quello rustico. L’appuntamento è in programma sabato 13 settembre. E’ possibile arrivare già nel primo pomeriggio in azienda, e visitare sia gli appartamenti dell’agriturismo che la nuova cantina.

Per sfruttare la luce del giorno e – tempo permettendo – un bellissimo tramonto sulle colline del Chianti, l’aperitivo inizierà verso le 18 circa, con vino bianco, focaccine cotte “sul momento” nel forno a legna del podere, bruschette, frittatine fatte con uova fresche, salsicce e bocconcini della macelleria artigianale gestita dal figlio Andrea a San Casciano. Dalle 19,30 circa in poi verrà servita la cena vera e propria, preparata da Silvia. Questo il menù: spaghetti all’arrabbiata “versione Luigi” e lasagnette al radicchio cotte nel forno a legna; grigliata mista – rosticciana, salsiccia, pollo, spiedini (misto di bocconcini di vari tipi di carni con peperoni e pane) della macelleria di Andrea di San Casciano; contorno: teglione di patate e rosmarino al forno, insalata di pomodori. Dolce: schiacciata con l’uva (versione con pasta di pane, uva Canaiolo e zucchero) cotta nel forno a legna; frutta: fichi e noci del podere; acqua e vino: Chianti Docg 2007 – Bianco Igt  2007 – Assaggio dell’IGT 2006 “barrique”.

Prezzi: per i soci De Gustibus 30 euro tutto compreso; per i non associati 35 euro comprensivi della tessera De Gustibus valida per il 2008. La disponibilità è limitata ad un massimo di 30 posti. Per partecipare, è possibile contattare questi recapiti entro le 12 di venerdì 12 settembre: stefan@de-gustibus.it – 349 2895233, donato@de-gustibus.it – 3351535965. Possibilità di pernottamento all’agriturismo Paglieri: per chi volesse approfittare di tutto il weekend, c’è la possibilità di pernottare nell’agriturismo e dedicare il giorno successivo a visitare i dintorni (l’azienda si trova sulle strade per San Gimignano, Volterra, Certaldo, Badia a Passignano, Colle Val d’Elsa e tanti altri paesini medievali del Chianti centrale). Gli appartamenti dell’agriturismo, per questa occasione, saranno disponibili a 30 euro a persona a notte (ci sono esclusivamente letti e divani-letti a 2 piazze).

COME RAGGIUNGERE IL PODERE PAGLIERI

Dalla superstrada Firenze-Siena, prendere l’uscita Tavarnelle Val di Pesa. Procedere in direzione Tavarnelle Val di Pesa (via Cassia); alla prima rotonda procedere in direzione Montespertoli, e alla seconda invece in direzione Noce. Dopo circa 4,5 km si giunge presso la frazione Polvereto. Il Podere Paglieri si trova sulla destra alla fine di un piccolo vialetto sterrato di 100 metri circa.

Ultime notizie

Cosa fare a Firenze nel weekend: gli eventi del 26 e 27 settembre

Bancarelle, vintage, fiere, spettacoli e musei a 1 euro: il meglio del programma per l'ultimo fine settimana di settembre

Tour della Toscana, alla scoperta delle bellezze di questa regione

Arte, storia, cultura, piccoli borghi, natura e buona cucina: i migliori tour della Toscana da Firenze al Chianti fino alla Val d'Orcia

Smart working: cosa cambia dopo il 15 ottobre (senza la proroga)

Le regole per il lavoro agile nel settore privato e quelle per i genitori con meno di 14 anni

Torna La rondine di Puccini al Teatro del Maggio Fiorentino

La stagione lirica del teatro fiorentino continua, dopo il successo del Rinaldo, con "La Rondine" di Giacomo Puccini