Dentro il cono c’è tanto lavoro e soprattutto tanta passione. Sabato 6 e domenica 7 aprile 2019 torna il Gelato Festival di Firenze, che come tradizione si svolge sulla terrazza panoramica della città, il piazzale Michelangelo. Un vero e proprio festival del gelato artigianale che ospiterà 16 dei migliori gelatieri d’Italia che porteranno in città un gusto inedito.

Il vincitore potrà proseguire il suo cammino verso la finalissima del Gelato Festival World Masters 2021. Il pubblico potrà scoprire le creazioni, votarle, ma anche affondare la palettina in tanti assaggi, scoprire i segreti di questo freddo mondo grazie a laboratori che si terranno in 3 grandi food truck. Tra questi il camion del “Buontalenti”, il più grande laboratorio mobile di produzione di gelato al mondo.

I gusti in gara per il festival del gelato artigianale

Ersilia Caboni propone “C’era una volta…” un fior di latte con miele, pinoli e noci. Da Ragusa (SofficeMania) arriva “l’oro di Sicilia” firmato da Salvino Pappalardo, un gelato che unisce ricotta dei Monti Iblei, zafferano di Enna, zest d’arancia di Francoforte e pistacchio di Bronte.

Enzo Di Noia e Mauro Altomare, del Just Cafè di Foggia, hanno pensato alla “prima cosa bella”, un sorbetto al mandarino marzatico tardivo del Gargano, arance del Gargano e menta. Gioca in casa invece Gaia Mecocci della gelateria Donamalina di Firenze con il suo “Blend in Rum”, un goloso gusto a base di cioccolato (senza latte) accompagnato da una pipetta con all’interno un blend di rum selezionati.

Dalla gelateria Crème di Siena Valentina Sorrentino porta il “Cuor di mamma” che fa incontrate una massa di cacao al 100% e un sorbetto senza latte, arricchendo tutto con una stracciatella di albicocche. Punta sul cioccolato anche “Dark Paradise” di Mariarosaria Amato del romano “Pinguino Goloso”, con un sorbetto al cacao con infusione di zest d’arancia e note di jasmin.

Festival gelato artigianale Firenze piazzale Michelangelo gusti in gara

Da Prato (Alisè) arriva “la prima pastiera napoletana” di Daniele Riggillo la cui creazione fa riferimento al celebre dolce partenopeo, mentre Cruz Battistini (Cuore di Panna, Livorno) guarda all’America e all’Argentina con il suo “Double Trouble” che mette a fianco il caramello salato, i brownies e il dulce de leche. Il “Dolce Vita” infine fa sposare in un gelato la ricotta e i fichi. In più si potranno assaggiare 5 gusti speciali, tra cui quello che celebra i 200 anni del consolato americano di Firenze.

Gelato festival 2019 a Firenze, biglietti gratis per i nostri lettori

Come funziona il Gelato festival? Il biglietto giornaliero (prezzi 10 euro intero, 5 euro bambino) dà diritto all’assaggio dei gusti in gara e fuori concorso e a partecipare agli eventi. I lettori de Il Reporter hanno una possibilità in più: i primi 20 che, cliccando su questo link, si iscriveranno alla nostra newsletter avranno in omaggio un biglietto per il Gelato festival di Firenze.